Newsarchiv
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Unsere Neuigkeiten

MTB: A KERSCHBAUMER LA QUARTA PROVA DEGLI INTERNAZIONALI D'ITALIA

30.06.2018

MTB: A KERSCHBAUMER LA QUARTA PROVA DEGLI INTERNAZIONALI D'ITALIA

CHIES D’ALPAGO (BL) – Nel bellunese, a Chies d’Alpago, nella quarta e ultima tappa degli Internazionali d’Italia XCO di mountain bike emerge la classe dell’altoatesino Gerhard Kerschbaumer, mentre le corone di Internazionali d’Italia Series finiscono a Bertolini e Tovo. Fra gli uomini Open l’altoatesino, 27 anni il prossimo 19 luglio, bissa il successo di Pineto nella terza prova . Tra le donne, la diciannovenne Tovo vince da predestinata le classifiche Open e Under 23, successo parziale alla Campionessa Europea Belomoina. Ad Avondetto e Specia le maglie Junior, Naspi miglior Under 23 Grande sfida doveva essere e grande sfida è stata: Alpago Bike Funtastic, appuntamento conclusivo di Internazionali d’Italia Series, ha regalato una delle pagine più belle della stagione Mountain Bike. Dopo i successi di Marco Aurelio Fontana e Serena Calvetti nel 2017, altre due affermazioni italiane hanno nobilitato il più importante circuito di Cross Country in Italia, che al termine di quattro emozionanti tappe ha premiato la classe e il carattere di Gioele Bertolini e Marika Tovo. In terra bellunese ad imporsi è il campione italiano Gerhard Kerschbaumer (Torpado-Gabogas) davanti al sorprendente Nadir Colledani (Bianchi-Countervail) e al brasiliano Henrique Avancini (Cannondale Factory Team), Gioele Bertolini si è reso protagonista di una partenza controllata, a cui ha fatto seguito un finale entusiasmante, tutto in rimonta. L’atleta del Team Focus Selle Italia ha tagliato il traguardo in quarta posizione, proprio davanti al principale avversario Martin Loo (Hawaii Express), che al contrario è andato leggermente in difficoltà nell’ultima tornata dopo un avvio brillante. Non è mai stata in discussione, almeno nella seconda parte di gara, la superiorità di Kerschbaumer. L’altoatesino ha ripetuto l’exploit di Pineto imponendo un ritmo insostenibile per la concorrenza. Avancini e il transalpino Stephane Tempier (Team Bianchi-Countervail), attardato in sesta posizione a causa di una rovinosa caduta nell’ultimo giro, sono stati gli ultimi a mollare la ruota di Kerschbaumer, pagando lo sforzo nel finale. “E’ andata bene, all’inizio ho fatto un po’ di fatica perché Avancini e Tempier sono partiti fortissimo – ha spiegato Kerschbaumer. – Dopodiché sono riuscito a trovare il mio ritmo e a chiudere in bellezza questi Internazionali d’Italia Series. Solitamente in questo periodo faccio molto fatica a causa dell’allergia ma quest’anno sono riuscito a trovare una buona condizione. Spero di mantenerla anche nei prossimi appuntamenti di Coppa del Mondo”.
 


Pinocchio in bici
I nostri partner