Archivio
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

CICLOCROSS: DORIGONI VINCE L'ULTIMA TAPPA DEL GIRO D'ITALIA

06.01.2020

PONTEDERA (Pisa) - Nella sesta e ultima tappa dell’undicesimo Giro d’Italia Ciclocross tra i protagonisti assoluti c’è l’altoatesino di Vadena Jakob Dorigoni, vincitore della categoria open in una prova in cui hanno vinto i cacciatori di tappa, ma anche e soprattutto i possessori delle maglie rosa. A parte un’eccezione nessuna delle maglie rosa del Giro è riuscita a conquistare la frazione conclusiva del Giro organizzata dall’UC Santa Croce sull’Arno in collaborazione con l’ASD Romano Scotti sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana. Tutte le maglie rosa finali sono state confermate e ogni tentativo d’assedio è stato respinto nella giornata con protagonista tra gli open l'altoatesino Dorigoni, che ha partecipato solo alla tappa toscana, mettendo la sua firma. Ci si aspettava fuoco e fiamme dalla tappa di Pontedera, partita con classifiche apertissime in ben 10 dei 13 raggruppamenti di cui è composto il Giro d’Italia Ciclocross è la realtà non ha tradito le aspettative. A rendere ancora più suggestivo il memorial dedicato a Romano Scotti, all’alpino Francesco Vannozzi e al giovane ciclista Tommaso Cavorso, raggruppati sotto l’abbraccio del Trofeo Ecofor ci ha pensato anche il meteo: prima nebbia, poi freddo polare e un tracciato con molti tratti di fango pesante e colloso. Scontro fra titani nella prova open. Che sarebbe stata una gara diversa da tutte le altre lo si è intuito sin da subito, perché è stata l’unica di tutta la giornata in cui il sole ha fatto capolino diradando la nebbia. Così i colpi di scena sono cominciati subito, pronti via e la maglia rosa e quella bianca si ritrovano aggrovigliate e per terra. È iniziata tutta in salita la tappa di Pontedera per i due leader Cristian Cominelli (Cycling Cafè) e Filippo Fontana (CS Carabinieri), mentre davanti Jakob Dorigoni (Selle Italia Guerciotti) e Gioele Bertolini (cervelo FSA) hanno imposto sin da subito la loro andatura. Per un po’ Stefano Capponi ha riassaporato il gusto della maglia rosa virtuale, rallentato poi da noie al ginocchio che lo hanno messo fuori dai giochi per riconquistare il simbolo del primato. E mentre li davanti i due beniamini del ciclocross italico davano spettacolo riusciva alla grande la rimonta di Cominelli-Capponi: il primo al traguardo si fermerà in quinta posizione, mentre il secondo riuscirà addirittura ad acciuffare il podio. Per la sfida al vertice l’altoatesino Dorigoni, della Selle Italia Guerciotti Elite, ha rimesso in campo tutta la grinta che gli è valsa il recente argento in coppa del mondo, battendo un Bertolini in netta crescita ma non ancora in odore di vittoria.

Pinocchio in bici
I nostri partner