Archivio
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

PRESENTATO IL CALENDARIO 2019

27.03.2019

PRESENTATO IL CALENDARIO 2019

BOLZANO – Il ciclismo altoatesino è pronto a “switchare”. Archiviata la stagione invernale dedicata al ciclocross si cambiano le specialità e si entra nella stagione più “calda” non solo dal punto di vista climatico. Come ogni anno è stato presentato il vademecum del ciclismo altoatesino. Presso il Pavillon della Raiffeisen dai massimi dirigenti della Fci altoatesina di fronte al consigliere nazionale Bruno Battistella e ai presidenti dei comitati del Veneto e del Trentino, Igino Michieletto e Dario Broccardo., alla presenza delle camionesse Eva Lechner ed Elena Pirrone, della rappresentativa altoatesina della mtb con il tecnico Andreas Laner e dei rappresentanti delle società e delle varie componenti del ciclismo. Il presidente, Antonio Lazzarotto, ha illustrato l’attività della stagione 2019 di un movimento che, da anni, nonostante un numero di tesserati decisamente e largamente inferiore a quello di altre realtà nazionali, riesce a conquistare con straordinaria regolarità grandissimi risultati a livello internazionale in tutte le discipline e specialità. L'attività è condivisa con i comitati di Trento, del Veneto e del Friuli e anche oltreconfine. Per quanto riguarda l’attività strettamente agonistica dei settori giovanili spiccano i Campionati italiani XCE di mountain bike assegnati alla collaudata organizzazione della Val Casies e in calendario il prossimo 8 giugno. Test in vista dell'italiano assoluto del 2020. Non vanno dimenticate poi tutte quelle manifestazioni di forte attrazione che si svolgono sul territorio altoatesino, con una forte componente agonistica e con protagonisti i più autorevoli esponenti delle due ruote a livello internazionale, ma anche con un forte indotto per la provincia, visti i numeri consistenti di partecipanti: il 13 e 14 aprile la Marlene Suedtirol Race Internazionali d’Italia Xco-Mtb, il primo giugno la Ortler Bike Marathon, il 15 giugno la Hero, il 7 luglio la Maratona dles Dolomites, il 13 luglio la Suedtirol Dolomiti Superbike, il 21 luglio la Kronplatz King, dal 21 al 27 luglio il Giro delle Dolomiti. Quest'anno ci sarà anche l'arrivo di una tappa del Giro d'Italia ad Anterserlva, patria del biathlon e dei campionissimi Wierer e Windisch, teatro del mondiale 2020, sito altoatesino nella candidatura olimpica italiana. Il calendario abbraccia i settori della strada, della pista, del mountain bike, del bmx e del ciclocross maschile e femminile di tutte le categorie. Per quanto riguarda l’attività di base, il calendario della categoria giovanissimi prevede 23 prove, di cui 19 di mountain bike, una “primi sprint” il 26 aprile, anteprima del Tour of The Alps per professionisti e tre Strada-Gioco ciclismo. Esordienti impegnati nel calendario triveneto, condiviso dai rispettivi comitati. Tra le gare organizzate in casa o sulla soglia di casa spiccano le due prove esordienti, quella del 16 giugno a Sarnonico “Memorial Paolo Graiff” ad organizzazione del Team Suedtirol Ciclismo 2000 e il “Trofeo Gimur” allestito a Bolzano sud il 22 settembre dal Gs Alto Adige. Gli allievi saranno protagonisti a loro volta della manifestazione del 16 giugno in Alta Val di Non. Il 26 maggio, a Bolzano, il “Gran Premio Hotel Fiera di Bolzano” riservato a Donne open e la “Coppa Vittorio, Amelia e Primo Bianchi“ per juniores, organizzati dalla Società Ciclistica Adriana Bolzano. Undici le prove dell’edizione 2019 della “Suedtirol Cup” di mountain bike: 30 marzo a Naturno, 25 aprile ad Egna, 4 maggio a Corces, 18 maggio a Naturno, 26 maggio a Panchià, 2 giugno a Sarentino, 22 giugno a Santo Stefano, 10 e 11 agosto a Pergine, 25 agosto a Collepietra e 1 settembre a Colle Casies. Cinque le prove della “Suedtirol Cup Montagna”, il criterium delle scalate per amatori, con arrivi a Passo Mendola il 6 aprile, a Passo Palade l’11 maggio, a Passo Stelvio il 15 giugno, a Passo Pennes il 28 agosto e a Pampeago il 15 settembre. Sono intense le attività delle rappresentative provinciali e la promozione dell’educazione al buon comportamento sulla strada attraverso il progetto “Pinocchio in bicicletta” in stretta sinergia con il Consorzio Autoscuole Riunite della provincia di Bolzano.
 


Pinocchio in bici
I nostri partner