Archivio
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

SÜDTIROL CUP MONTAGNA, SPÖGLER E RAUSCH PRIMI SULLO STELVIO

16.07.2018

SÜDTIROL CUP MONTAGNA, SPÖGLER E RAUSCH PRIMI SULLO STELVIO

PASSO DELLO STELVIO – Il Passo dello Stelvio, il più alto d’Italia, secondo in Europa solo al Col de l’Iseran (Francia, 2770 m s.l.m., 12 metri di differenza) per questo la cima Coppi in assoluto ogni volta che il Giro d’Italia l’ha affrontato, è la sfida per antonomasia di tutti gli appassionati della bicicletta da corsa. Dove il ciclismo ha scritto pagine memorabili ha avuto luogo la terza, sicuramente la più attesa e spettacolare delle cinque prove della “Südtirol Cup Montagna” per amatori. Un’ottantina i partecipanti. A vincere il “Trofeo Raiffeisen Prato-Tubre” in campo maschile è stato il grande favorito della vigilia, l’altoatesino Michael Spögler , 23enne di Sarentino, ancora una volta protagonista della kermesse per amatori, mentre in campo femminile ad imporsi è stata Christina Rausch, 45enne, di Amburgo, che ha scoperto la bicicletta non molti anni fa, recente vincitrice della “Maratona dles Dolomites”sulla lunga distanza. Hanno messo tutti in riga sulle spettacolare strada delle epiche imprese del ciclismo legate soprattutto al campionissimo Fausto Coppi, che lungo il serpentone di tornanti mise a segno una delle imprese più belle della sua carriera e anche l’ultima, quando il primo giugno del 1953, nella penultima tappa del 36° Giro d’Italia, la prima ad inserire l’ascesa allo Stelvio nel suo tracciato, raggiunse e staccò lo svizzero Hugo Koblet, vincendo tappa e strappandogli la maglia rosa. Un folto gruppo di amatori si è messo in moto dal centro di Prato allo Stelvio (981 metri di altitudine) per raggiungere Gomagoi, Trafoi e la cima del passo a quota 2760 metri, dopo 24 chilometri con pendenze sempre crescenti. Inizio con i primi che si sono messi subito al comando della prova. Primi 8 km di salita pedalabili con una pendenza media attorno al 5%. Poi, dopo un falsopiano, il primo dei 48 tornanti, con pendenze medie un poco più impegnative (8%). Superando Trafoi, pendenze più importanti, ma il panorama sul monte Ortles ha aiutato a non sentire la fatica. La parte conclusiva della salita, molto regolare, ma con tornanti a ripetizione ha richiesto il massimo sforzo. Dopo il ventesimo tornante l’attacco di Michael Spögler, che ha staccato i due compagni di fuga, Christian Pinton e Patrick Gruener. Subito dopo aver letto il numero 28 sul tornante (i numeri sono a ritroso, per far capire quanto manca alla cima), il portacolori del Radclub Sarntal si è alzato sui pedali producendo l’allungo decisivo. E’ andato avanti con passo spedito e i due inseguitori, dopo aver provato a riprenderlo hanno capito di non potercela fare e di dover procedere con il proprio passo per non rischiare di compromettere la rispettiva prova. E così su un percorso con pendenza media del 7,4% e pendenza massima è dell'11% per un dislivello complessivo di 1840 metri, dopo una cavalcata solitaria, Michael Spögler ha chiuso con il tempo di 1.17’08”, secondo posto, a 1’42” il veneto, di Cittadella, Christian Pinton (Team Greenpower), terzo l’austriaco Patrick Gruener a 2’47”. Giù dal podio Diego Fenaroli (Isolpi Racing Team) a 4’03”, quinto Andreas Traxl Pintarelli (Team Moserwirt) a 4’52”. Resiste il record della manifestazione: 1.14’56” realizzato nel 2008 da Wolfgang Niederegger. Crolla invece quello al femminile con la germanica Christina Rausch, classe 1973, capace di chiudere in 1.25’17” che infrange il primato di Martina Ilmer (1.28’27”) datato 2012. Una vera e propria impresa quella compiuta dalla nuova “regina dello Stelvio”, anche in considerazione del vantaggio sulla seconda classificata in campo femminile, Lorna Ciacci (Sportler Team) giunta a 14’22” dalla vincitrice. Terza Andrea Parigger (Polisportiva Vipiteno), a 19’36”, quarta Barbara Zambotti (Somec MG.K Vis) a 21’35”, quinta Judy Schraffrath (Rsc Wolfrarschausen) a 34’06”. Dopo la Mendelrace Appiano-Passo Mendola, il Trofeo Edlerot Lana-Passo Palade e il Trofeo Raiffeisen Prato-Tubre da Prato allo Stelvio a Passo Stelvio, la “Südtirol Cup Montagna” proseguirà con le ultime due prove: il 18 agosto il Gran Premio Passo Pennes “Trofeo Moser Bau” e il 16 settembre il settimo “Trofeo Passo Pampeago.


Pinocchio in bici
I nostri partner