Archivio
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

GIOVANISSIMI “TROFEO LIBERAZIONE-MEMORIAL CAPITAN PRUA”

25.04.2018

GIOVANISSIMI “TROFEO LIBERAZIONE-MEMORIAL CAPITAN PRUA”

BOLZANO - E’ dovere di tutti ricordare chi ha combattuto per la libertà contro gli orrori della dittatura. Un invito colto al volo dal ciclismo, che ha promosso attraverso la Società Ciclocross Bolzano un evento di straordinario valore umano, sociale e sportivo. In Piazza Matteotti, a due passi dal tendone dell’Anpi e del “Festival delle Resistenze 2018” è andata in scena la prima edizione del “Trofeo Liberazione-Memorial Capitan Prua”. Il, partigiano “Prua”, ovvero Corrado Pontalti, protagonista nella Resistenza e nel ciclismo, scomparso nel maggio del 2016 a 93 anni. Fondatore della Società Alpinisti Ciclisti, prima della guerra e tra i promotori del Comitato regionale della Federazione ciclistica, di cui è stato presidente, dopo la scomparsa di Umberto Grillo per 32 anni, dal 1965 al 1997. Fondatore dell’Us Aurora Trento, del Trofeo Alcide Degasperi, tra i grandi fautori delle targhe Egger (ora Egger-Zucchermaglio), in collaborazione con i giornali Alto Adige e Trentino. Il “Kaiser” del ciclismo regionale è stato un partigiano e soprattutto per questo il ciclismo di base e i suoi dirigenti hanno voluto ricordarlo nel migliore dei modi, con una serie di gare tipo-pista in un circuito stradale a stretto contatto con le cerimonie del 25 aprile, con un giro d’onore con i palloncini rossi e con alla testa ad un folto gruppo in bici, il vice presidente della Provincia, Christian Tommasini, affiancato dai giovani ciclisti, da genitori e tecnici, alla presenza degli eredi Pontalti e delle autorità. Toccante il minuto di raccoglimento iniziale, dedicato al “Kaiser” e al suo grande amico Renzo Zanolini, scomparso qualche giorno fa dopo una vita dedicata alla pasticceria (accanto al percorso di gara) e al ciclismo. Presenti due dei cinque figli, Luca e l’ex professionista Cristian. Le gare tipo pista sono state animate dagli sprint e dalle eliminazioni. Soprattutto dagli sprint, ogni due giri, che hanno animato le prove della corsa a punti. Donà e Pallweber hanno dato vita a pregevoli sprint, con il secondo, costretto nel finale a cedere causa foratura. Tra i più giovani in luce Brandon Fedrizzi.
CLASSIFICHE FINALI: “1. Trofeo Liberazione – 1. Memorial Capitan Prua”, Categoria Giovanissimi, circuito 600 metri pianeggiante Piazza Matteotti, via Milano, via Rovigo, via Dalmazia, via Rodi.
G1 maschile: 1. Daniel Santacroce (Giac Virtus Bolzano) punti 30, 2. Daniel Gottardi (Gs Mendespeck) 18, 3. Emmanuele Gaspari (Gs Alto Adige) 10, 4. Michele Gottardi (Gs Alto Adige) 8.
G2 maschile: Daniele Borghetti (Libertas Raiffeisen Laives) punti 30.
G3 femminile: 1. Valentina Lo Vetere (Libertas Raiffeisen Laives) punti 40, 2. Aurora Bresadola (Giac Virtus Bolzano) 24, 3. Mara Branchi (Gs Alto Adige) 16.
G3 maschile: 1. Simone Valenti (Grafiche Zorzi Meccanica Melzani) punti 40.
G4 maschile: 1. Brandon Fedrizzi (Giac Virtus Bolzano) punti 40, 2. Riccardo Riccamboni (Us Aurura Trento) 24, 3. Daniele Leoni (Giac Virtus Bolzano) 16, 4. Leo Darzi (Gs Alto Adige) 8.
G4 femminile: 1. Silvia Pirone (Gs Mendespeck) punti 40, 2. Laura Anna Benuzzi (Club Ciclistico GArdolo) 22, 3. Giulia Bucci (Gs Mendespeck) 18.
G5 maschile: 1. Giorgio James Zampol (Club Ciclistico Gardolo) punti 30, 2. Christian Vedovelli (Us Aurora Trento), 3. Hannes Wenter (Sunshine Racers Nalles) 12, 4. Federico Flaim (Gs Alto Adige) 8.
G6 maschile: 1. Andrea Donà (Gs Mendelspeck) punti 26, 2. Niclas Pallweber (Sunshine Racers Nalles) 20, 3. Davide Lo Vetere (Libertas Raiffeisen Laives) 14.
G6 femminile: 1. Sarah Furlanetto (Gs Mendelspeck) punti 28, 2. Alessia Branchi (Gs Alto Adige) 20, 3. Sonia Gottardi (Gs Mendelspeck) 12.

Pinocchio in bici
I nostri partner