Archivio
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

PRESENTATO IL PROGETTO DI EDUCAZIONE AL BUON COMPORTAMENTO IN BICI

19.03.2018

PRESENTATO IL PROGETTO DI EDUCAZIONE AL BUON COMPORTAMENTO IN BICI

BOLZANO – I ciclisti vanno a scuola … guida. Il Comitato Alto Adige della FCI-Federciclismo e il Consorzio Autoscuole Riunite dell’Alto Adige (CAR), con il patrocinio della presidenza del Consiglio Provinciale di Bolzano, organizzano una serie di incontri con i tesserati-praticanti l’attività ciclistica della Provincia di Bolzano avente quale tema: “L’’educazione al buon comportamento in bicicletta”. L’iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa svoltasi presso la Casa dello Sport di Bolzano. Il Comitato tiene molto a questo inedito progetto di sensibilizzazione al corretto comportamento su strada, formando chi usa la bicicletta attraverso il personale competente delle autoscuole che, illustrando principi normativi ed esempi pratici si è messo a disposizione gratuitamente per promuovere la massima sicurezza. “Sono ancora vive nella memoria – ha sottolineato il presidente della Fci altoatesina Antonio Lazzarotto – le tragedie costate la vita su strada a Scarponi e ad Hayden, ma anche incidenti drammatici avvenuti nella nostra realtà, per questo grazie alla sensibilità del Consorzio Autoscuole, della presidenza del Consiglio Provinciale, che ci ha messo a disposizione le casacche rifrangenti e di Decathlon che offre campanelli e altri strumenti legati alla sicurezza, possiamo organizzare 14 incontri presso una dozzina di autoscuole e un’altra serie di incontri mirati in alcune scuole e per le varie componenti federali”. Sono intervenuti, a ribadire l’importanza della formazione al buon comportamento in bicicleta, il presidente del Consiglio provinciale, Roberto Bizzo, il presidente del Coni, Heinz Gutweniger, il presidente del Consorzio Autoscuole Riunite, Bruno Battistata e il comandante della Polizia Municipale di Bolzano, Sergio Ronchetti. Madrina del progetto la ciclista elite Alessia Vigilia, mentre Dino Santi e Paolo Appoloni hanno predisposto il materiale didattico.
Gli incontri di sensibilizzazione si terranno in tutta la provincia. Sono state identificate alcune macrozone: Pusteria, Bressanone, Merano, Silandro-Naturno, Laives-Bassa Atesina e Bolzano e potranno essere inserite anche altre località, previa richiesta delle società ciclistiche interessate, chiamate a partecipare agli incontri con i propri tesserati. A Bolzano i primi due appuntamenti hanno fatto registrare un’affluenza massiccia e grande interesse. La durata dei singoli incontri è tarata sulla durata di circa un’ora e mezza e si svolgono presso le sedi attrezzate delle Autoscuole di riferimento a cura dei docenti professionali del Consorzio Autoscuole dell’Alto Adige. Gli incontri si svolgono in lingua tedesca e/o italiana a seconda delle località interessate. Ai partecipanti vengono consegnati alcuni gadget in tema con il progetto. “Siamo orgogliosi di poter essere parte attiva nel progetto – ha sottolineato il presidente del Consorzio Autoscuole, Bruno Battistata – raccogliendo l’invito del nostro socio Dino Santi, da sempre nel ciclismo. Il progetto è stato condiviso da tutti i soci, tutti consapevoli di quanto sia importante continuare a lavorare con costanza nella formazione di tutti, dai più giovani agli adulti


mostra file upload.php

Pinocchio in bici
I nostri partner