Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

GARA OPEN FEMM. VINCONO QUAGLIOTTO E VETTORELLO

29.07.2017

GARA OPEN FEMM. VINCONO QUAGLIOTTO E VETTORELLO

BOLZANO – Nadia Quagliotto concede il bis a Bolzano. La ventenne trevigiana di Montebelluna, come lo scorso anno, si agggiudica in volata la gara internazionale riservata alle donne open (elite e juniores), organizzata dalla gloriosa Società Ciclistica Adriana Bolzano. La portacolori della Top Girls Fassa Bortolo regola in volata un gruppo di sette fuggitive. Giorgia Vettorello si impone tra le juniores, chiudendo al quinto posto, davanti all'altra juniores del drappello di testa, Leonora Geppi. Novantanove ragazze elite e juniores sono state protagoniste di una splendida gara, corsa sul circuito di 2,5 chilometri ricavato alla zona industriale del capoluogo altoatesino. 32 giri per complessivi 80 chilometri.Partenza da via Galvani, quindi le vie Ebner, Buozzi, Pacinotti e Siemens. Al via le nazionali di Israele e Svizzera, entrambe con oltre dieci corridori. Nonostante il percorso pianeggiante, il forte caldo e a tratti qualche fastidiosa folata di vento, il “5. Trofeo Hotel Fiera di Bolzano - Coppa Vittorio, Amelia e Primo Bianchi” e il “Trofeo Macelleria Dall’Osto” per i traguardi volanti, sono stati entusiasmanti, grazie allo spirito delle protagoniste, che animato la corsa fin dalla battute iniziali. Primi sette giri con diverse scaramucce e tentativi di allungo, prontamente rintuzzati dal gruppo. All'ottavo passaggio la prima volata per i traguadi volanti con Lisa Morzenti a spuntarla davanti all'altoatesina Sofia Frometa e Marzia Salton Basei. Ad un quarto di gara restano in 77. Il primo vero e proprio tentativo di fuga porta la firma di Beatrice Rossato, che conquista 42" sul gruppo in un audace tentativo solitario di allungo, spentosi dopo un paio di tornate. Al quindicesimo giro scatena la bagarre Nadia Quagliotto, che prende qualche metro per poi incrementare il vantaggio, che le consente di vincere in solitaria il secondo traguardo volante al termine del sedicesimo giro, con 6" di vantaggio su Salton Basei e sull'elvetica Zimmermann, quanta e a secco di punti Sofia Frometa. Nel successivo giro sono le israeliane a fare l'andatura, prima del tentativo di una serie di tentativi di fuga, rintuzzati dal gruppo allungato. Il terzo e ultimo traguardo volante, al 24esimo giro se lo aggiudica l'elvetica Lena Mettraux, specialista della mtb, davanti a Morzenti e Quagliotto. La fuga decisiva parte il giro successivo: Lisa Morzenti, Lena Mattraux, Chiara Perini, Nadia Quagliotto e le junior Leonora Geppi e Giorgia Vettorello, con la bolzanina Francesca Pisciali, che perde il treno giusto di poco, si portanto in testa alla corsa, incrementando il vantaggio giro dopo giro, portandosi da 24" a sei tornate dalla fine a 1'36" a due giri dalla fine per chiudere a 1'08" dalle inseguitrici, Ad aggiudicarsi la volata del drappello di testa è Nadia Quagliotto, abile a scegliere tempo e posizioni giuste per imporsi a braccia alzate. Posto d'onore per Daniela MAgneto Alietta e terzo gradino del podio a Chiara Perini, Quarta e prima junior, Giorgia Vettorello, davanti a Leonora Geppi, quinta. Bronzo juniores alla "figlia d'arte" Martina Fidanza, che regola il gruppo inseguitore.


Pinocchio in bici
I nostri partner