Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

ROEL PAULISSEN ED ELENA GADDONI I NUOVI KRONPLATZKING E KRONPLATZQUEEN

25.07.2016

ROEL PAULISSEN ED ELENA GADDONI I NUOVI KRONPLATZKING E KRONPLATZQUEEN

Il fiammingo due volte campione del mondo Marathon Paulissen e la pluricampionessa romagnola Gaddoni si impongono alla prima edizione della KronplatzKing MTB Marathon, che da San Vigilio di Marebbe porta ai 2.275 m di quota di Plan de Corones. 300 concorrenti di 12 nazioni ai nastri di partenza e grande soddisfazione degli organizzatori.




Uno dei principali favoriti della vigilia, Roel Tony Paulissen (BEL), già due volte campione del mondo Marathon, è riuscito ad imporsi sulla distanza “King Marathon” di 72 km e 3.150 m di dislivello. Al termine di un’estenuante gara e ben 8 km di tracciato “freeride”, una delle peculiarità della KronplatzKing, Paulissen (Torpado Factory Team) ha fermato il cronometro sul tempo di 4:04:25. Dopo una prima frazione di gara sul versante sud della Valle di Marebbe, più precisamente a Rît e Piz de Plaies, già al primo passaggio in cima a Plan de Corones, Roel Paulissen è transitato in solitaria con un vantaggio di circa due minuti su Luca Ronchi (Reparto Sport Lee Cougan) e di tre minuti su Riccardo Chiarini, compagno di squadra del belga. Dopo altri 30 km tra tracciati downhill e strade forestali sul versante nord della montagna, che nell’ultima parte segue il mitico tracciato della cronoscalata del Giro d’Italia 2008 e 2010, Roel Paulissen ha tagliato il traguardo di Plan de Corones a braccia alzate. Sul secondo gradino del podio, a +3:46, il suo compagno di squadra Riccardo Chiarini, che nella seconda parte della gara è riuscito a riprendere e superare Luca Ronchi. Ottimi piazzamenti nella categoria Open anche per Marzio Deho (4°) e Giacomo Antonello (5°).
Tra le donne, la pluricampionessa Elena Gaddoni, anche lei tra le favorite della vigilia, ha controllato la prima parte di gara, avvantaggiandosi su Katazina Sosna sulle salite di Rît: la lituana è poi riuscita a colmare il divario sui 10 km del tratto pianeggiante che precede la salita di Plan de Corones, dove Gaddoni ha fatto nuovamente la differenza. La romagnola ha tagliato il traguardo vittoriosa, fermando il cronometro sul tempo di 5:04:56, mentre Katazina Sosna è salita sul secondo gradino del podio con un distacco di +5:26 dalla vincitrice. Terza piazza per la veterana tedesca Katrin Schwing, che ha terminato la sua prova con un distacco di +10.59.
Sulla distanza “Prince Classic” di 42 km e 2.000 di dislivello, a spuntarla è stato Michael Wohlgemuth, atleta 18enne della Val Sarentino, in corsa nella categoria Hobby maschile, con il tempo di 2:35:18. Alle sue spalle, con un distacco di 2:40, Günther Huber del Rainer-Wurz Team di Gais in Val Pusteria (2:37:59), terzo il Lombardo Antonio Camozzi dell’ASD Team Isolmant (2:38:47).
In campo femminile, con il tempo di 3:19:04, la vittoria è andata a Lorena Zocca dello SC Barbieri. A poco meno di 7 minuti, Patrizia Romanello del Torpado Factory Team, mentre al terzo posto si è inserita Patrizia D’Amato, portacolori del Team BSR.



 


Pinocchio in bici
I nostri partner