Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

EVA LECHNER E LE EMOZIONI DI ALBSTADT

03.06.2015

EVA LECHNER E LE EMOZIONI DI ALBSTADT

Sempre una grande emozione per Eva Lechner, tra alti e bassi. Due anni fa, Albstadt aveva in serbo pelle d’oca e lacrime di gioia per la biker di Appiano, che saliva sul gradino più alto del podio, mettendo a segno un’esaltante risultato nella gara che inaugurava la Coppa del Mondo XCO. Lo scorso anno, invece, la grande delusione: uno stato di salute non ottimale e nessun risultato degno di nota. E le emozioni non sono mancate nemmeno nel 2015.

“Non vedevo l’ora che iniziasse la Coppa del Mondo”, ha affermato Eva Lechner settimana scorsa a Nove Mesto (Repubblica Ceca), che ha ospitato l’atto inaugurale dell’evento dedicato alla disciplina olimpica del cross-country. Eva Lechner partiva con buone sensazioni, anche alla luce dei podi di inizio stagione e del secondo posto nella gara di casa, alle spalle dell’intramontabile norvegese Gunn-Rita Dahle, senza dimenticare l’esaltante inverno del ciclocross, che l’ha vista sfiorare il titolo mondiale e vincere in Coppa del Mondo. “Non potevo dirmi soddisfatta del mio 17esimo posto a Nove Mesto e volevo prendermi la rivincita ad Albstadt, sul percorso dove ho vinto nel 2013. Ero motivata a far bene”, così Eva Lechner.

Sarebbe stato bello per Eva, per i suoi tifosi e amici e per il Team Colnago rivivere l’impresa di due anni fa, ma la biker altoatesina non è riuscita ad andare oltre il 17esimo posto, replicando il risultato ottenuto a Nove Mesto. Eppure la partenza era stata incoraggiante: dopo i primi giri nelle prime dieci posizioni, l’altoatesina ha perso terreno, chiudendo a 4 minuti e 27 secondi dalla vincitrice, la rossocrociata Jolanda Neff, che ha bissato il successo in Repubblica Ceca. Nessun risultato di vertice, dunque, e nessuna rivincita per Eva.

Qualcuno sicuramente ha potuto gioire: Edmund Telser, storico team manager della Colnago e scopritore di Eva Lechner, svolge un brillante lavoro anche come coach della nazionale svizzera MTB femminile e le “sue” ragazze non smettono di vincere…

Redazione testo originale: dott. Josef Bernhart
Foto Team Colnago

Pinocchio in bici
I nostri partner