Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

EVA LECHNER si racconta a Solobike!

08.02.2014

EVA LECHNER si racconta a Solobike!


La biker 29enne di Appiano, campionessa italiana XCO e CX in carica, nonche' fresca vice campionessa del mondo di Ciclocross si racconta a solobike.it: la sfida con la Vos, l'ottima stagione di mtb 2013 e le ormai imminenti prime gare mtb del 2014.

solobike.it: Ciao Eva e complimenti per la tua storica medaglia d'argento ai Mondiali di ciclocross di sabato scorso! Come hai vissuto il week end dei Mondiali in Olanda? La preparazione, l'attesa e finalmente una grande medaglia che ti consacra tra le grandissime, se non la piu' grande in Italia per il CX?
Eva Lechner: Allora è stato un weekend bellissimo in Olanda. Un mondiale spettacolare, da non dimenticare. Con così tanta gente a vedere la gara ti viene ancora piu' grinta ed è ancora più bello gareggiare. Tanti mi hanno fatto il tifo chiamandomi "Eva" e questo all'estero e' significativo. Immaginatevi 20.000 persone su un percorso di 3 km!
Poi arrivare seconda ad un Mondiale dietro sua maestà Marianne Vos! Per me e' stato a dir poco uno spettacolo!
La preparazione è andata un pò così. Mi sono allenata molto bene a Gran Canaria, però mi sono ammalata un po' proprio nel fine settimana prima del Mondiale. Già all'ultima prova di Coppa in Francia stavo male. Poi ho cercato comunque di recuperare al meglio possibile e direi che ci sono riuscita abbastanza bene. Comunque la gara è stata la più dura di tutta la stagione!
La tattica che ho impostato è stata quella di fare una buona partenza per poi rimanere a ruota di Marianne il più a lungo possibile. Fortunatamente ci sono riuscita e la mia tattica ha pagato. Magari sarei potuta restare ancora di più con lei se alla fine del primo giro non avessi avuto un piccolo problema nel riagganciare il pedale. In quel frangente ho perso purtroppo la sua ruota, ma sul risultato finale questo non ha inciso perchè lei è stata la più forte. Solamente non mi sarei fatta probabilmente tutta la gara da sola. Comunque è stata una bellissima gara ed ho raccolto un grande risultato per me, sicuramente il più importante ad oggi nel ciclocross! Sono anche molto orgogliosa per questa storica medaglia, per me prima italiana a salire sul podio in un mondiale elite!

Pinocchio in bici
I nostri partner