Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Campionati Italiani Ciclocross di Orvieto: Dorigoni (Allievo 2ndo anno) e Del Riccio (Master 2) indossano il tricolore

11.01.2014

Campionati Italiani Ciclocross di Orvieto: Dorigoni (Allievo 2ndo anno) e Del Riccio (Master 2) indossano il tricolore

ORVIETO (TR) – I Campionati italiani di Ciclocross in svolgimento tra oggi (sabato 11 gennaio) e domani (domenica 12 gennaio) portano ben due maglie tricolori in terra altoatesina. A tagliare per primo il traguardo per quanto riguarda la categoria Allievi al Secondo anno è il giovane Jakob Dorigoni in forza al Team Südtirol, precedendo Antonio Folcarelli della Drake Team NwSport e Diego Guglielmetti del Ciociaria Bike. Mentre nella categoria Master 2 trionfa a braccia alzate Carmine Del Riccio del team Sunshine Racers AVS Nals davanti a Milo Burzi del team Scott Pasquini Stella Azzurra ed Adriano Nepa del Nepa Team Bike 2003. Da menzionare necessariamente anche il quarto posto Paolo Perini del Gs Altair (Master 4), che dopo aver lottato per l’intera gara all’interno del gruppetto di inseguitori ha perso la medaglia di bronzo in volata.
Anche per l’assegnazione dei tricolori, lo storico ciclocross made in Orvieto crea il suo percorso all’interno del parco urbano del Paglia: 2 chilometri ed 800 metri da affrontare con diverse tempistiche a seconda delle categorie in gara (cambiano i tetti massimi di tempo consentito ma il chilometraggio rimane invariato).
La grande sorpresa di giornata si chiama Jakob Dorigoni, cui va il merito di aver “bruciato” in volata il favoritissimo della categoria Allievi al Secondo anno Antonio Folcarelli. Grande rimonta dell’altoatesino, che non è partito bene e nel tempo di gara a sua disposizione ha dovuto scalare molte posizioni fino a tagliare per primo il traguardo.
Carmine Del Riccio, invece, conferma pienamente il risultato ottenuto ai Campionati italiani di Ciclocross 2013 quando militava nella categoria Master 1: durante la gara Del Riccio ha condotto “i giochi” sostanzialmente in solitaria.
Infine, davvero peccato per l’ottima prova di Paolo Perini: dopo buona parte della gara trascorsa ad inseguire i due battistrada all’interno di un folto gruppetto, nel finale Perini ha combattuto con Biagio Palmisano per la conquista della medaglia di bronzo, chiudendo la gara solamente con 11 secondi di ritardo rispetto al campione italiano Master 4 Gianni Panzarini.

Pinocchio in bici
I nostri partner