Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Festa del ciclismo 2013: a Nalles il Comitato celebra i suoi campioni

09.12.2013

Festa del ciclismo 2013: a Nalles il Comitato celebra i suoi campioni

Va in archivio un altro anno per il ciclismo altoatesino e il Comitato presieduto da Antonio Lazzarotto ha organizzato la classifica festa di fine anno. A ospitarla è stata la Casa della Cultura di Nalles, dove sono sfilati tutti i ciclisti, davanti anche a rappresentanti come il sindaco di Bolzano Spagnolli e il consigliere Schuler. Mancava Eva Lechner perché impegnata nel Giro d'Italia di ciclocross, dove ha ottenuto tra l'altro
risultati importantissimi. E proprio alla biker di Appiano è andato il premio di ciclista dell'anno. La 28enne fuoriclasse, portacolori del Team Colnago Farbe Suedtirol si è laureata campionessa del mondo e d'Europa nella team relay, ha vinto l'argento agli Europei nella gara Donne Elite, ma è stata anche
campionessa italiana sia di ciclocross che di cross country, mentre nell'Eliminator ha vinto il titolo di vicecampionessa d'Italia. Un anno d'oro per la Lechner, che non è nuova a queste imprese.
Il ciclismo altoatesino ha dunque collezionato importantissimi risultati anche in questa stagione con i suoi tesserati.
"Non capita certamente tutti gli anni di poter festeggiare atleti altoatesini che si laureano campioni del mondo, europei e italiani - commenta Antonio Lazzarotto, presidente del comitato altoatesino della Federciclismo -. Quest’anno è comunque capitato come ormai è successo anche nel recente passato.
Stiamo vivendo un periodo eccezionale, con una generazione di atleti incredibili, guidati da due autentici fuoriclasse come Eva Lechner e Gerhard Kerschbaumer. Ma non dimentichiamoci che dietro di loro ci sono altri grandi gioielli".
In questo 2013, l'Alto Adige può vantare due atleti campioni del mondo (Eva Lechner e Alois Vigl, ma ci sarebbe anche Gerhard Kerschbaumer, che è altoatesino ma corre per una squadra di fuori regione), ma sono arrivante anche cinque vittorie in Coppa del Mondo (una di Eva Lechner, due di Greta Weithaler e altrettante di Claudia Schuler), impreziosite da quattro argenti e tre bronzi. Agli Europei, sono arrivate altre medaglie preziose: l'oro nel team relay-staffetta, un argento e un bronzo. In Coppa Europa ecco un altro oro e due argenti, mentre dai Deaflympics Games di Sofia sono arrivati, grazie a una splendida Renate Telser, due ori e un argento. Per quanto riguarda i titoli tricolori, l'Alto Adige può vantare 13 campioni nazionali, ma anche sette argenti e undici bronzi. Poi la rappresentativa altoatesina si è regalata il successo nella Coppa Italia giovanile di MTB-XCO, precedendo regioni importanti quali Piemonte, Lombardia e Veneto con il Friuli Venezia Giulia che è finito ai piedi del podio. Oltre a questo, sono stati vinti anche due campionati triveneti individuali più uno di società.
Da ricordare anche il nono posto assoluto nella classifica generale del Mendelspeck al Meeting Nazionale Giovanissimi.
Tra i campioni italiani, invece, ci sono anche Anita Rossi, Greta Seiwald, Lisa Rabensteiner, Ilse Pertoll, Patrick Marcher, Maximilian Vieider, Carmine Del Riccio, Mathias Schweigl, Alois Vigl, oltre alla Lechner. A questi vanno aggiunti anche i titoli vinti dagli altoatesini che però sono tesserati per società
fuori regione.

Pinocchio in bici
I nostri partner