Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

TRICOLORI DI CICLOCROSS: Due maglie tricolori e una medaglia d’argento arricchiscono il bilancio della spedizione altoatesina a Vittorio Veneto.

13.01.2013

TRICOLORI DI CICLOCROSS: Due maglie tricolori e una medaglia d’argento arricchiscono il bilancio della spedizione altoatesina a Vittorio Veneto.

Vittorio Veneto 13.01.2013 - Grande successo dei Campionati Italiani di Ciclocross, disputati ieri e oggi a Vittorio Veneto (TV), con il trionfo annunciato dei big del fuoristrada italiano: Marco Aurelio Fontana e Eva Lechner.
Belle soddisfazioni anche per la spedizione altoatesina, che oltre alla riconferma della fuoriclasse di Appiano ha vissuto altri momenti entusiasmanti.
Già nella giornata di ieri, favorita dal bel tempo, era arrivata la prima maglia tricolore per merito del maresciallo bolzanino/molisano Carmine Del Riccio (Sunshine Racers Nals), dominatore tra i Master 1.
Altri bei risultati anche dalle giovani promesse: 8.o posto di Jakob Dorigoni (Team Südtirol Ciclismo 2000), 15.o di Leonardo Filippi (Team Südtirol Ciclismo 2000), 22.o Christian Graf (ASV Kardaun / Cardano) nella categoria allievi.
Completamente diverso il clima della seconda giornata, caratterizzata da pioggia intensa e freddo pungente. Il percorso s’è fatto pesantissimo e molto scivoloso, tale da costringere gli atleti a vere acrobazie per rimanere in sella.
Di primo mattino le gare delle giovanissime atlete delle categorie esordienti e allieve, ed anche qui buone prestazioni delle rappresentanti del Comitato altoatesino.
Tra le donne esordienti ottimo 5.o posto di Anna Künig (ASV Kardaun / Cardano), con altre giovani protagoniste altoatesine subito oltre la top ten: Giada Tezzele (G.S. Alto Adige 11.a e Franziska Lunger (Cardano / Kardaun) 12.a 
Partenza unica per le altre categorie femminili: Donne Elite, Donne Under 23, Donne Juniores e Master Woman (nella foto la premiazione di Cavani, Lechner, Gariboldi e Arzuffi).
Come detto, gara dominata da Eva Lechner, ma altre grosse soddisfazioni anche dalla bolzanina Elena Valentini, medaglia d’argento tra le Under 23 e dalla Junior Hanna Santifaller, 7.a al’arrivo.

Questa la sintesi gara per gara tratta dal sito federale della Federciclismo

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15582

TRICOLORI CICLOCROSS: Il plauso del Presidente Renato Di Rocco

Ai vincitori dei titoli italiani e allo Staff organizzativo – L’elogio del D.T. Fausto Scotti per la partecipazione e il livello tecnico delle gare

Vittorio Veneto (13/1) - I Campionati Nazionali di ciclocross di Vittorio Veneto, in Provincia di Treviso, hanno rappresentato il primo appuntamento tricolore delle due ruote della stagione 2013.
“Complimenti a Renato Longo, leggenda del ciclocross italiano, e a tutto il comitato organizzatore per l’ottima riuscita della manifestazione. Abbiamo visto davvero tanto pubblico oggi sia al traguardo che lungo il percorso. E’ un altro grande successo per il ciclocross italiano dopo la Coppa del Mondo andata in scena a Roma - ha detto il Presidente Renato Di Rocco giunto a Vittorio Veneto per assistere alle gare e premiare gli atleti(nella foto Bettini la premiazione degli uomini élite) direttamente da Levico Terme dove ieri la votazione dell’Assemblea Elettiva Ordinaria Nazionale lo ha confermato alla guida della FCI per il suo terzo mandato -. Sono eventi che dimostrano lo sviluppo e il grande lavoro del movimento fuoristrada italiano, che con la nuova squadra della FCI vede aumentare ulteriormente il suo peso specifico all’interno del Consiglio Federale. Complimenti ai vincitori della maglia tricolore Marco Aurelio Fontana, Eva Lechner, Bryan Falaschi, Gioele Bertolini e di tutte le altre categorie. Atleti come Fontana, la Lechner e i fratelli Braidot, solo per citarne alcuni, sono la testimonianza concreta dell’ottimo lavoro di integrazione tra le due discipline cross e mtb che i commissari tecnici azzurri stanno portando avanti.”
A Vittorio Veneto Marco Aurelio Fontana ha fornito un’altra grande prestazione confermandosi campione italiano ciclocross della categoria élite. Davvero troppo forte Fontana, anche per un avversario di alto livello come Enrico Franzoi, che non ha nulla da recriminare e ha accettato con molta sportività la sconfitta. Un titolo meritato per il corridore della Cannondale Factory Team, bronzo olimpico a Londra 2012 nel cross country, che oggi ha festeggiato sul traguardo con lo scudo di Capitan America. “Con questa condizione voglio fare il Mondiale in America - ha confermato Fontana -. Questo è il significato dell’esultanza con lo scudo di Capitan America".
Sguardo attento sulle gare anche del CT azzurro del ciclocross Fausto Scotti: “Mi unisco al Presidente Di Rocco nei complimenti al comitato organizzatore. Hanno fatto un ottimo lavoro per un evento che unisce tutta l’Italia del ciclocross da sud a nord. Abbiamo visto numeri importanti, con oltre 700 atleti al via complessivamente. In particolare ci fa piacere avere visto tanti atleti nelle categorie giovanili, che sono il futuro. Solamente le donne tra allieve e esordienti erano in più di 100. Dopo la Coppa del Mondo di Roma queste gare tricolori mi hanno dato altre indicazioni importanti per l’appuntamento mondiale che si avvicina. Da Fontana ho visto quello che mi aspettavo, con lui ci siamo sempre parlati chiaramente e il mondiale rappresenta sicuramente un traguardo importante. Comunque ho visto anche una bella prova di Franzoi. Adesso abbiamo ancora una prova di Coppa del Mondo a disposizione per definire la squadra di Louisville.”

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15581

Marco Aurelio Fontana show

Si conferma davanti a Franzoi e al sorprendente Tabacchi


Vittorio Veneto (TV) (13/1) - Altra grande prestazione di Marco Aurelio Fontana che oggi a Vittorio Veneto ha conquistato, confermandosi, il titolo di campione italiano ciclocross della categoria Elite. Davvero troppo forte Fontana, anche per un avversario qualificato e competitivo come Enrico Franzoi, che non ha nulla da recriminare e ha accettato con molta sportività la sconfitta (nelle foto Soncini i primi tre classificati e l'arrivo di Fontana). Un titolo meritato per il corridore della Cannondale Factory Team, medaglia di bronzo olimpica a Londra 2012 nel cross country, che oggi ha festeggiato sul traguardo con lo scuso di Capitan America: "Con questa condizione voglio fare il Mondiale in America - ha confermato - questo è il significato di questa esultanza con lo scudo di Capitan America".
Terzo posto per Mirko Tabacchi (Gs Forestale), quarto Fabio Ursi (Cs Esercito) e quinto Rafael Visinelli (Gs Forestale).

UOMINI ELITE: 1. Marco Aurelio Fontana (Cannondale Factory Racing); 2. Enrico Franzoi (Selle Italia Guerciotti) a ; 3. Mirko Tabacchi (Gs Forestale) a 2’43”; 4. Fabio Ursi (team Protek Della Bona) a 3’17”; 5. Rafael Visinelli (Gs Forestale) a 4’43”; 6. Flavio Alex Longhi (team Kiklos Frm) a 5’46”; 7. Thomas Paccagnella (Work Service Brenta) a 6’26”; 8. Stefano Capponi (Moser) a 6’58”; 9. Marco Ponta (Gs Esercito) a 7’11”; 10. Marcello Pavarin (Vacansoleil) a 2 giri.

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15580

L’under Bryan Falaschi vince il titolo in rimonta

L’alfiere della Selle Italia Guerciotti riprende e supera nel finale Daniele Braidot. Terzo posto a Nicolas Samparisi

Vittorio Veneto (TV) (13/1) – L’under 23 Bryan Falaschi ha regalato il terzo titolo italiano della giornata alla Selle Italia - Guerciotti – Elite. Dopo i successi di Alice Maria Arzuffi e di Giole Bertolini, Falaschi ha completato il tris imponendosi con un gran finale al sorprendente Daniele Braidot (Gs Forestale) e a Nicolas Samparisi del Team Protek Dalla Bona (nella foto Soncini il podio). Il percorso fangoso di Vittorio Veneto ha esaltato gli specialisti del mountain bike e Daniele Braidot ha sfiorato la grande impresa. Sfortunato invece il fratello Luca Braidot, messo fuori gioco da una caduta. Ai piedi del podio la coppia della Palazzago con Igor Smarzaro quarto e Pietro Santini quinto.

UOMINI UNDER 23: 1. Bryan Falaschi (Selle Italia – Guerciotti Elite); 2. Daniele Braidot (Gs Forestale); 3. Nicolas Samparisi (Team Protek Dalla Bona); 4. Igor Smarzaro (Palazzago); 5. Pietro Santini (idem).

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15579

Vittoria con brivido dello junior Gioele Bertolini

Brutta scivolata nel finale, ma il valtellinese centra il bersaglio. Ai posti d’onore Manuel Todaro e Nadir Colledani

Vittorio Veneto (13/1) - Vince con brivido, causa una scivolata nel finale, il campione italiano in carica Giole Bertolini, valtellinese da Talamone (nelle foto Soncini, a sinistra la caduta e a destra l’arrivo). Era il grande favorito e neppure la sfortuna ha potuto strappargli il titolo strameritato. “Ho preferito aggredire subito il tracciato, sapevo che era insidioso e che ogni metro nascondeva un’insidia. Questa tattica mi ha dato ragione: non avessi guadagnato in precedenza quel ruzzolone nel finale poteva costarmi caro”.
Sul podio il bravo Manuel Todaro, suo compagno di squadra nella Selle Italia Guerciotti, secondo a 1’15”, e Nadir Colledani (Omnia Energy), terzo a 1’38”.

UOMINI JUNIORES: 1. Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti); 2. Manuel Todaro (id.) a 1’15”; 3. Nadir Colledani (Omnia Energy) a 1’38”; 4. Giulio Franzolin (Work Service Brenta) a 2’03”; 5. Simone Velasco (id.) a 2’07”; 6. Stefano Bollardini (Melavì Tirano) a 2’28”; 7, Michael Capati (Alto Lazio) a 2’49”; 8. Riccardo Bennati (Junior team) a 2’55”; 9. Gabriele Bellan (Protek Della Bona) a 3’41”; 10. Alex Bondavalli (Bianchin) a 3’56”.

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15578&pg=1&riga=

Poker di Eva Lechner a Vittorio Veneto

Quarto titolo per la bolzanina che precede la compagna di squadra Vania Rossi, terza Valentina Scandolara

Vittorio Veneto (13/1) - Monologo di Eva Lechner, che non si scompone sotto il diluvio di Vittorio Veneto e lascia tutte le avversarie piuttosto indietro per andarsi a prendere la quarta maglia tricolore del ciclocross. L’atleta di Appiano spiega: “Sono partita bene, sono riuscita subito a fare il buco e poi ho fatto la mia gara, controllando tutto bene, senza sbagliare e non cadere”. Nulla da fare per Vania Rossi, sua compagna di squadra nell’Esercito, che conquista comunque un brillante secondo posto a 1’30”. Sul terzo gradino del podio Valentina Scandolara (MCipollini) a 2’35”. Quarta Francesca Cucciniello (Selle Italia) a 4’11”, quinta Nicoletta Bresciani (Scott) a 5’56”.
(Nelle foto Soncini il podio donne élite e l’arrivo di Eva Lechner).

DONNE ELITE: 1. Eva Lechner (Esercito); 2. Vania Rossi (id.) a 1’30”; 3. Valentina Scandolara (MCipollini) a 2’35”; 4. Francesca Cucciniello (Selle Italia) a 4’11”; 5. Nicoletta Bresciani (Scott) a 5’56”; 6. Ilenia Lazzaro (Carraro team) a 10’53”; 7. Krizia Ruggieri (Gaetano Cava) a 1 giro

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15577&pg=1&riga=

Alice Maria Arzuffi domina tra le Under 23

Precede al traguardo la compagna di squadra (Selle Italia) Elena Valentini e Francesca Cauz (Fassa Bortolo)

Vittorio Veneto (13/1) - Alice Maria Arzuffi imita la sorellina Allegra Maria, neo campionessa italiana delle allieve 1° anno, e conquista la maglia tricolore delle donne Under 23. La lombarda di Seregno è al quarto successo stagionale: “E’ stata una gara dura. Per il fango ho dovuto fare molti tratti a piedi, non proprio la mia specialità”, dice dopo che ha tagliato il traguardo con 1’31” di vantaggio sulla compagna di squadra Elena Valentini e 1’33” sull’altra azzurra Francesca Cauz della Fassa Bortolo (nella foto il podio). Al quarto posto, staccata di 7’54”, Deborah Soligo (Scorzè) davanti a Jasmine Dotti.

DONNE UNDER 23: 1. Maria Alice Arzuffi (Selle Italia); 2. Elena Valentini (id.) a 1’31”; 3. Francesca Cauz (Fassa Bortolo) a 1’33”; 4. Deborah Soligo (Scorzè) a 7’54”; 5. Jasmine Dotti (Protek) a 8’13”; 6. Martina Fumagalli (Lissone) a 1 giro; 7. Federica Minguzzi (La Fenice).

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15576&pg=1&riga=

Alla lombarda Rebecca Gariboldi il titolo juniores

L’atleta della Lissone, dopo una partenza difficile, recupera e vince davanti a Camatta e Fontana

Vittorio Veneto (13/1) – Vittoria della grinta e della classe quella che ha consegnato il titolo italiano di ciclocross alla lombarda Rebecca Gariboldi, già vincitrice di due tappe del Giro d’Italia Cross. L’atleta della Lissone spiega: “Sono partita indietro poi ho recuperato tutte le avversarie, sono stata un po’ assieme a Jenny Fontana e poi ho condotto da sola”. Al traguardo 29” di vantaggio su Beatrice Camatta (Postumia 73), anche lei protagonista di un bel finale che le ha consentito di strappare la pizza d’onore a Jenny Fontana (Tirano), terza a 1’32” (nella foto il podio delle donne juniores).
Più staccate le altre concorrenti guidate da Chiara Galimberti (carezzate), quarta al traguardo con 4’36” di distacco dalla vincitrice.

DONNE JUNIORES: 1. Rebecca Gariboldi (Lissone); 2. Beatrice Camatta (Postumia 73) a 29”; 3. Jenny Fontana (Tirano) a 1’32”; 4. Chiara Galimberti (Cadrezzate) a 4’36”; 5. Elena Torcianti (Superbike) a 1 giro; 6. Chiara Teocchi (Bianchi); 7. Hanna Santifaller (Cardano); 8. Laura Bellucco (Cicli Fiorin); 9. Giorgia Fraiegari (Larianese); 10. Gabriella Zanardo (Canavesi).

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15572&pg=2&riga=

Titoli alle esordienti Nicole Fede e Valentina Iaccheri

La piemontese domina la gara 1° anno, più contrastata la vittoria dell’emiliana nella gara 2° anno

Vittorio Veneto (TV) (13/1) - La seconda giornata dei Campionati Italiani di Ciclocross a Vittorio Veneto si è aperta con le gare delle categorie giovanili donne. Tra le Esordienti di primo anno ha prevalso la piemontese Nicole Fede (Canavesi Cicli Fiorin Despar), il titolo delle esordienti secondo anno è andato all’emiliana Valentina Iaccheri, del Baby Team Iaccone Sassuolo (nella foto: le neo campionesse da sinistra a destra sul podio). Nettissima la vittoria della Fede, che ha tagliato il traguardo con 2’16” di vantaggio su Ilaria Pola (Tirano bike) e 3’21” su Beatrice Giunzioni (Cicli Fiorin). Più contrastata la vittoria di Valentini Iaccheri, che dovuto contenere nel finale Sara Casasola (Buja), seconda a 27”, Francesca Baroni (Elba), terza a 30” in volata davanti a Katia Moro (Bianchi).

ESORDIENTI F 1° ANNO: 1. Nicole Fede (Canavesi); 2. Ilaria Pola (Tirano bike) a 2’16”; 3. Beatrice Giunzioni (Cicli Fiorin) a 3’21”; 4. Denise Pauletto (Postumia 73) a 4’02”; 5. Anna Beltrami (MTB Increa) a 5’34”; 6. Antonietta Fortunato (Viggiano) 6’09”; 7. Sara Sciuto (Drake) a 8’13”; 8. Sofì Crippa (Elba) a 1 giro; 9. Sara Rossi ((Amici bici); 10. Valeria Pompei (id.).

ESORDIENTI F 2° ANNO: 1. Valentina Iaccheri (Baby team); 2. Sara Casasola (Buja) a 27”; 3. Francesca Baroni (Elba) a 30”; 4. Katia Moro (Bianchi); 5. Anna Kunig (Cardano) 2’46”; 6. Laura Vecchio (Canavesi) a 3’12”; 7. Nicole D’Agostin (Girelli Dalla Rosa) a 3’38”; 8. Giulia Lazzari (Spreafico) a 5’02”; 9. Martina Fidanza (Eurotarget) a 5’30”; 10. Chiara Consonni (id.) a 5’35”.

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15568&pg=2&riga=

Ad Antonio Folcarelli e Giorgio Rossi i titoli allievi 1° e 2° anno

Il laziale del Drake Team-Nw Sport ha preceduto Debellis e Covi, il lombardo si è imposto a Smarzaro e Sala

Vittorio Veneto (TV) (12/1) – Sono il laziale Antonio Folcarelli (Drake Team-Nw Sport) e il lombardo Giorgio Rossi (TX Active-Bianchi) i neo campioni italiani di ciclocross della categoria allievi, rispettivamente di 1° e 2° anno (nelle foto Soncini da sinistra a destra). Ambedue hanno dominato i rivali presentandosi al traguardo con un netto vantaggio. Folcarelli ha preceduto di 38” il friulano Davide Debellis, della Ciclistica Bujese e il varesino Alessandro Covi della Cadrezzate. Il bergamasco Rossi ha preceduto di circa 30” il trentino Daniel Smarzaro (Velo Club Borgo), mentre più staccato l’ex tricolore Stefano Sala (Cadrezzate) si è aggiudicato il terzo posto davanti a Cristian Recalcati (Lissone Mtb).

ALLIEVI 1° ANNO: 1. Antonio Folcarelli (Drake Team Nwsport) in 35’56”; 2. Davide Debellis (A.S.D. Ciclistica Bujese) a 38”; 3. Alessandro Covi (S.C. Cadrezzate-Verso L'iride); 4. Diego Guglielmetti (A.S.D. F. Moser Cycling Team) a 47”; 5. Manuel Incardona (Pedale Chierese) a 1’22”; 6. Luca Tortellotti (A.S.D. Cadeo Carpaneto) a 2’09”; 7. Costantino Cesca (B Team-Omnia Energy) a 2’22”; 8. Jakob Dorigoni (Team Südtirol Asd); 9. Simone Olivetti (La Bicicletteria Racing Team) a 2’25”; 10. Michele Bassani (A.S.D.Postumia 73 Dino Liviero Cicl) a 2’56”.

ALLIEVI 2° ANNO: 1. Giorgio Rossi (Tx Active Bianchi) in 34’35”; 2. Daniel Smarzaro (Asd Veloce Club Borgo) a 29”; 3. Stefano Sala (S.C. Cadrezzate-Verso L'Iride) a 50”; 4. Christian Recalcati (Lissone Mtb Asd); 5. Luca Montagner (G.S. Mosole) a 1’16”; 6. Edoardo Nichele (Guadense Rotogal Espe) a 1’44”; 7. Federico Proietti (Drake Team Nwsport) a 1’50”; 8. Filippo Innocenti (Mtb Increa Brugherio Asd); 9. Federico Mandelli (idem) a 2’15”; 10. Davide Pozzi (S.C. Cadrezzate-Verso L'Iride) a 2’23”.


www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15567&pg=2&riga=

Ai milanesi Conca e Calloni i titoli Esordienti 1° e 2° anno

Il più giovane del Vc Sovico Poliedra festeggia oggi il compleanno, l’alfiere della Spreafico Velo Plus ha confermato i pronostici

Vittorio Veneto (12/1) – Due giovani milanesi alla ribalta dei Campionati Italiani di Ciclocross in corso a Vittorio Veneto. Si tratta di Loris Conca, esordiente 1° anno in forza al Vc Sovico Poliedra, e Lorenzo Calloni, esordiente 2° anno della Spreafico Velo Plus (da sinistra a destra nelle foto). Il più giovane veste la maglia tricolore nel giorno del suo 13° compleanno. Conca ha superato in volata il compagno di fuga Mario Zaccaria, laziale dell’Atletico Uisp Monterotondo. Terzo posto per il veneto Filippo Fontana della Sanfiorese.
Lorenzo Calloni era il grande pronosticato tra i secondo anno e non ha tradito le attese staccando tutti i rivali. Al posto d’onore il veneto Mattia Taborra (Postumia 73 Dino Liviero) a 18" secondi, terzo il goriziano Alberto Brancati, della Caprivesi.

ESORDIENTI 1° ANNO: 1. Loris Conca (Vc Sovico Poliedra); 2. Mario Zaccaria (Atletico Uisp Monterotondo); 3. Filippo Fontana (Sanfiorese) a 27"; 4. Samuele Carpene (Val d'Illasi) a 52"; 5. Gianluca Cerri (Giovani Giussanesi) a 1'38"; 6. Francesco Carollo (Giovani Giussanesi) a 2'10"; 7. Marco De Piaz (Melavì Tirano Bike); 8. Mattia Olivetti (Team Cicloteca) a 2'16"; 9. Giovanni Sergiano (Cartura Nalin); 10. Gioele Polano (Bujese).

ESORDIENTI 2° ANNO: 1. Lorenzo Calloni (Spreafico Velo Plus); 2. Mattia Taborra ((Postumia 73 Dino Liviero) a 18”; 3. Alberto Brancati (Caprivesi); 4. Alessandro Picco (Lissone Mtb Asd) a 27”; 5. Donatello Viola (Loco Bikers) a 30”; 6. Luca Colnaghi (V.C. Sovico) a 57”; 7. Raffaele Lavieri (Loco Bikers) a1’08”; 8. Lorenzo De Vettori (Asd Gs Sorgente Pradipozzo) a 1’15”; 9. Federico Spinetti (Elba Bike – Scott) a 1’18”; 10. Mattia Consolaro (Asd Gs Sorgente Pradipozzo).

www.federciclismo.it/notizie/index.asp?mcodice=15566&pg=2&riga=

Assegnati i titoli Master

La prima giornata di Vittorio Veneto si concluderà con l’assegnazione dei titoli esordienti e allievi uomini di primo e secondo anno

Vittorio Veneto (12/1) – Con l’assegnazione dei titoli italiani master si è aperta ufficialmente la prima giornata tricolore a Vittorio Veneto. Partecipazione nutrita con tutti i migliori interpreti del ciclocross (nella foto il podio della gara 2 per Elite Sport e Master 1-2-3). I neo campioni sono Giovanni Gatti (Santa Marinella) Master Elite, Carmine Del Riccio (Sunshine) M1, Massimo Folcarelli (Drake) M2, Maurizio Luigi Carrer (Eurobike) M3, Flavio Zoppas (Vimotorsport A.S.D.) M4, Giuseppe Dal Grande (Cycling Team Friuli) M5, Renzo Valentini (Team Bsr) M Over. La giornata si concluderà con l’assegnazione dei titoli esordienti e allievi uomini di primo e secondo anno.

MASTER ELITE: 1. Giovanni Gatti (Santa Marinella); 2. Marco Balberini (Scott) a 52”; 3. Diego Retis (Cristoforetti) a 1’36”; 4. Michele Piras (Marchisio) a 2’55”; 5. Jeferson Luiz Benato (B Mad) a 3’21”; 6. Leonardo Chieruzzi (Amelia) a 4’08”; 7. Gianluca Rucco (Acido Lattico) a 1 giro; 8. Mario Chiodin (MCipollini); 9. Gianpiero Matronardo (La Fenice); 10. Alessandro Costa (Santa Marinella).

MASTER 1: 1. Carmine Del Riccio (Sunshine); 2. Davide Belletti (Falchi blu) a 2’47”; 3. Adriano Nepa (Nepa team) a 3’40”; 4. Daniele Caldart (Vimotorsport) a 4’20”; 5. Andrea Pinto (Narducci) a 1 giro; 6. Libero Ruggiero (Esercito); Marco Ciani Passeri (Santa Marinella).

MASTER 2: 1. Massimo Folcarelli (Drake); 2. Ivan Pintarelli (BSR) a 5’45”; 3. Matteo Donati (Bikeland) a 6’18”; 4. Ernesto Angelini (Narducci) st; 5. Christian Leghissa (RCP) a 8’16”; 6. Christian Da Ros (Vimotorsport) a 1 giro; 7. Fabio Perin (idem); 8. Vladimiro Tarallo (B Mad); 9. Cristian Melis (Esercito); 10. Carlo Saracino (Tugliese).

MASTER 3: 1. Maurizio Luigi Carrer (Eurobike); 2. Emilio Caroni (Lemer) a 14”; 3. Sergio Giuseppin (Delizia) a 51”; 4. Alberto Laloni (Bevagna) a 1’51”; 5. Lino Colombo (Loris) a 1 giro; 6. Gianluca Longoni (Triangolo Lariano); 7. Marco Bolzan (bike team); 8. Paolo Perini (Altair); 9. Rocco Valloscuro (Nepa); 10. Mauricio Cesca (Trivium).

MASTER 4: 1. Flavio Zoppas (Vimotorsport A.S.D.) a 36’29”; 2. Gianni Panzarini (Drake Team Nwsport) a 31”; 3. Gianfranco Mariuzzo (U.C. Fpt) a 43”; 4. Biagio Palmisano ("A. Narducci" Team Edil L. Cofano) a ?; 5. Paolo Appodia (Team B-Mad) a 1’38”; 6. Maurizio Firenze (Vallerbike Avis Montaione) a 1’42”; 7. Daniele Savio (Veloce Club Torrebelvicino 1980) a 1’56”; 8. Dario Bellante (Unione Sportiva Litegosa A.S.D.) a 2’42”; 9. Marco Gorietti (U.C. Petrignano A.S.D.) a 2’50”; 10. Michele Mogno 8C.S. Libertas Scorzè) a 3’40”.

MASTER 5: 1. Giuseppe Dal Grande (Cycling Team Friuli) in 38’58”; 2. Michele Feltre (Mtb Victoria Bike) a 18”; 3. Mauro Braidot (Caprivesi) a 24”; 4. Giuseppe Zamparini (Ciclimontanini Alice Ceramica Frw) a 30”; 5. Carlo Battistelli (A.S.D. Battistelli Extreme) a 1’38”; 6. Luca Olivetti (La Bicicletteria Racing Team) a 2’09”; 7. Armando Mattacchioni (Asd Mtb Santamarinella Ciclimontanini) a 2’41”; 8. Giorgio Mazzer (S.C. Solighetto 1919) a 2’53”; 9. Lorenzo Borgi (Asd Mtb Santamarinella Ciclimontanini) a 3’18”; 10. Francesco Franzo (A.S.D. Mtb Club La Perla Verde) a 3’56”.

Pinocchio in bici
I nostri partner