Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Eva Lechner: “Dopo le Olimpiadi ero moralmente distrutta“

17.09.2012

Eva Lechner: “Dopo le Olimpiadi ero moralmente distrutta“

L’altoatesina ha fallito il suo grande obiettivo, le Olimpiadi a Londra, chiudendo la gara di mountain bike lontano dal podio. Nonostante questa delusione Eva Lechner non perde l’ottimismo in vista della prossima stagione, come ci racconta nella seguente intervista.
Come riassumi la tua stagione?
Eva Lechner: “Sin dalle prime gare non sono riuscita a centrare i mei obiettivi, a causa delle tante cadute e della mia forma che non era sempre al top. Purtroppo non ho trovato le soluzioni giuste per uscirne da questa crisi. Il più grande errore era sicuramente quello, di aver puntato tutto sulle Olimpiadi, compreso gli allenamenti e la preparazione prestagionale.”
Come hai vissuto il periodo dopo le Olimpiadi?
Lechner: “Dopo la gara di Londra ero moralmente distrutta. Era la più grande delusione della mia carriera sportiva. Poi però mi sono ripresa e sono riuscita ad ottenere qualche risultato di prestigio ai Mondiali di Saalfelden. Prima l’oro con la staffetta azzurra, poi la buona prestazione nella gara Elite, dove, purtroppo sono stata fermata dall’ennesima caduta. Peccato, perché avevo sicuramente le possibilità di lottare per una medaglia. Nella gara sprint ero stanchissima, ma nonostante ciò ho chiuso la gara in sesta posizione. Questi risultati mi danno la carica giusta per prepararmi al meglio per la prossima stagione.”
Quali sono i tuoi obiettivi per i prossimi mesi?
Lechner: “Quest’anno farò ancora una gara a tappe in Malaysia ed una in Cina, dove l’anno prossimo si disputerà una gara di Coppa del Mondo. Nei mesi invernali, come al solito, sarò di scena sulle piste di ciclo cross. A gennaio parteciperò ai mondiali di ciclo cross in America. I grandi obiettivo però rimangono la Coppa del Mondo di mountain bike e i mondiali 2013 in Sudafrica.”

www.sportnews.bz

Pinocchio in bici
I nostri partner