Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Schwalbe-TOUR-Transalp: primo successo di Eduard Rizzi, bene Marina Ilmer e Marco Poier

30.06.2012

Schwalbe-TOUR-Transalp: primo successo di Eduard Rizzi, bene Marina Ilmer e Marco Poier

TRENTO. Dominio regionale nella sesta e penultima tappa della Schwalbe-TOUR-Transalp di 146,38 km e 2.740 metri di dislivello da Crespano del Grappa in provincia di Treviso a Trento. Nella frazione più lunga gli atleti trentino-altoatesini si sono imposti in quattro categorie su cinque ottenendo un ulteriore podio nella categoria Grand Master. La sorpresa maggiore viene da Eduard Rizzi di Sarentino che si è aggiudicato per la prima volta la vittoria nella categoria maschile. Domani andrà in scena l’ultima tappa da Trento ad Arco.

Anche se Werner Weiss e Bernd Hornetz sono ancora una volta stati i più veloci, tagliando il traguardo in piazza Duomo a Trento dopo 4h e 27 minuti, la vera sorpresa questa volta viene dalla coppia altoatesino-vicentina formata da Eduard Rizzi e Carlo Muraro che si è aggiudicata la vittoria nella categoria maschile sopravanzando di dieci secondi niente meno di che l’ex professionista austriaco Hans-Peter Obwaller ed il suo compagno di squadra, il tedesco Johannes Berndl, leader della classifica generale maschile.

“Abbiamo pedalato fin dall’inizio con i più forti – racconta il 41enne Rizzi. Appena all’inizio della seconda salita Weiss e Hornetz hanno cambiato marcia e sono andati in fuga. Siamo stati leggermente avvantaggiati, perché il mio compagno conosce molto bene le strade del Vicentino e del Trentino”.

I leader della classifica generale master e di quella assoluta, Werner Weiss di Appiano e Bernd Hornetz, dopo essersi ieri difesi egregiamente dagli attacchi di Obwaller e Berndl, oggi, a partire dalla salita sul Melignon hanno condotto una gara solitaria vincendo col tempo di 4h 27’.

“Obwaller e Berndl per recuperare nei nostri confronti ieri hanno sferrato un attacco micidiale, che gli è però costato molte energie e addirittura una caduta- racconta Weiss. Perciò nella tappa odierna non ci hanno causato rompicapi. Abbiamo mantenuto il nostro ritmo e le gambe giravano bene. Se non accade qualcosa di strano, domani dovremmo vincere la classifica generale assoluta”.

Nel settore femminile quinta affermazione della campionessa italiana di cronoscalata, Marina Ilmer di Ciardes in val Venosta (nella foto), in coppia con la tedesca Beate Zanner, il cui vantaggio nella classifica generale sulle inseguitrici austriache, Bettina Schorn e Lisa Pleyer, ora ammonta a 25 minuti.

Nella categoria Grand Master si è imposto l’altoatesino di Cortina all’Adige Marco Poier che gareggia assieme al tedesco Erwin Hickl e che ha difeso la leadership di categoria. Secondo gradino del podio, invece, per la coppia trentina formata da Rolando Bortolotti e Piergiorgio Dellagiacoma.

Quarta vittoria per la coppia mixed composta da Pia Sundstedt e Carsten Bresser che si trova saldamente al comando della classifica generale.

Domani e in programma la settima e ultima tappa della Schwalbe-TOUR-Transalp powered by Sigma 2012 da Trento ad Arco. La truppa dei corridori partirà da piazza Duomo e proseguirà nel centro città in direzione Aldeno. Dopo il via si procederà su un percorso in salita costante ed inizialmente abbastanza ripido, quindi pianeggiante, che attraverserà il paesino di Garniga fino a Viote, situato dietro la cima dell'imperioso Monte Bondone. Rinfocillato nel primo punto di ristoro, il campo partenti pedalerà in discesa sino a Lisino nella splendida Valle dei Laghi a nord del Lago di Garda. Attraverso il colore turchese luccicante del lago di Santa Massenza e del lago di Toblino, quindi oltre la „cartolina“ offerta dal Castel Toblino, la via verso Arco non è più così lontana. Ma a Sarche bisognerà nuovamente spingere per affrontare un'ulteriore salita attraverso un lungo tunnel: da qui si raggiungerà Ponte Arche e quindi si andrà all'attacco dell'ultimo piccolo passo, il Passo del Ballino (775 metri). Superando l'affascinante lago di Tenno e la sua meravigliosa visuale verso il lago di Garda, si arriverà infine al traguardo di Arco. Qui, ad attendere i nostri eroi, non ci saranno solo spaghetti, vino e gelati: proprio ad Arco si procederà infatti alla cerimonia di premiazione, alla consegna dell'ambita maglietta per chi ha concluso la gara ed infine alla festa conclusiva.

Dal 24 al 30 giugno 2012, 1300 amatori provenienti da 27 Nazioni, di cui 38 trentino-altoatesini, prendono parte alla decima edizione della Schwalbe-TOUR-Transalp powered by Sigma, la più spettacolare corsa ciclistica a tappe lungo le Alpi che si può trovare in Europa. In sette giornate di gara, gli atleti dalla partenza di Mittenwald ed attraverso 17 passi percorreranno le Alpi austriache ed italiane per arrivare sino ad Arco. Con i suoi 808,18 km e 18.877 metri di dislivello, anche l'edizione del giubileo è pronta a mettere a dura prova la condizione atletica dei partecipanti.

Venerdì 29 Giugno 2012 17:10 | Scritto da Gernot Mussner

Pinocchio in bici
I nostri partner