Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

EUROPEI XCO: La sfortuna “ruba” l’argento sicuro a Gioele Bertolini. Ottima prova di Beltain Schmid

08.06.2012

EUROPEI XCO: La sfortuna “ruba” l’argento sicuro a Gioele Bertolini. Ottima prova di Beltain Schmid

Grande prestazione dell’azzurrino, che fora a 2 km dal traguardo e termina nono dietro Schmid (nella foto)- Vince il francese Roman Seigle davanti al connazionale Carod e al “figlio d’arte” Frischknecht

La medaglia d'argento ormai quasi sicura è stata tolta all’Italia solo dalla sfortuna nella gara Juniores agli Europei XCO di Mosca. Dopo la superba prestazione della staffetta ieri, Gioele Bertolini oggi ha sfiorato la grande impresa nella gara individuale. Il giovanissimo valtellinese, nelle posizioni di testa fin dall’inizio della gara, era in seconda posizione dietro al francese Romain Seigle al suono della campana, ma a due chilometri dal termine fora il copertone posteriore e perde un argento sicuro per i colori azzurri (nella foto tutta l'amarezza dell'azzurrino che mostra la ruota bucata). Inutile fermarsi a cambiare la ruota e perdere anche la nona posizione a poche centinaia di metri dall’arrivo e così Gioele taglia il traguardo con la gomma a terra e l’aria sconsolata.
L’altro azzurro Beltain Schmid lo passa proprio prima dell’arrivo e finisce in ottava posizione. A medaglia due francesi: primo Romain Seigle, secondo Titouan Carod, terzo il "figlio d’arte" svizzero Andri Frischknecht.
LA CRONACA (www.solobike.it): Anche oggi pomeriggio niente pioggia e un po' di vento freddo. Sono quattro i giri del percoso che gli junior devono fare, e li completano in poco più di un'ora, giro di lancio incluso.
Il gruppo dei 45 atleti parte compatto, il giro di lancio vede sfavoriti i due italiani che partono indietro e fanno fatica a raggiungere le posizioni di testa. Bertolini riesce comunque a raggiungere la testa della corsa alla prima salita. In cima arrivano davanti i due francesi Carod e Koretzky (vincitore degli Europei Juniores lo scorso anno), l'italiano Bertolini (medaglia d'oro nella staffetta corsa ieri) lo svizzero Frischknecht, via via tutti gli altri. L'altro italiano in gara, Beltain Schmid, recupera sul gruppo con uno sforzo forse oltre le sue possibilità, che pagherà nei giri seguenti perdendo un po' di posizioni.
Al secondo giro le posizioni si stabilizzano con la coppia Seigle(Francia)-Bertolini che allunga sul resto del gruppo, lasciandosi poco dietro lo svizzero Frischknecht, l'altro francese Carod e l'italiano Schmid. Sulla seconda salita Schmid comincia a perdere un po' terreno, lasciando rientrare Eirik Augdal(Norvegia) che rimonta un paio di posizioni.
Durante il terzo giro il francese Seigle stacca Bertolini. Al passaggio sotto la campana dell'ultimo giro sono cinque i secondi di distacco tra i due, salgono a dieci dopo 2 km e 24 alla fine della prima salita. Bertolini amministra il suo vantaggio nei confronti del francese Carod, che intanto ha superato prima Augdal e poi Frischknecht.
Sulla prima discesa qualcosa, probabilmente un pezzo di vetro (uno dei tantissimi disseminati lungo il percorso) taglia il copertone posteriore di Gioele, a cui non rimane altra scelta che continuare la corsa come può fino alla fine. Taglierà il traguardo in nona posizione, senza cambiare la ruota, pochi secondi dopo il compagno di squadra Schmid. Nel frattempo i due francesi Seigle e Carod mantengono il comando della gara e Frischknecht si insedia nella terza posizione. Quarto il norvegese Augdal e quinto il campione europeo uscente Victor Koretzky.
Un vero peccato che la foratura abbia rovinato lo splendido lavoro fatto da Bertolini nei primi giri. La presenza di molti cocci di vetro sul tracciato era già stata segnalata nei giorni scorsi nel corso di una riunione tecnica. Sono comunque entrambe ottime e promettenti le prestazioni dei due ragazzi italiani.
Domani alle 14.00, sarà il turno degli Under 23, prima le donne con Serena Calvetti e poi alle 17 gli uomini con Luca e Daniele Braidot, il campione europeo uscente Gerhard Keschbaumer e Nicholas Pettinà.

Pinocchio in bici
I nostri partner