Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

TRICOLORI CICLOCROSS: Presentati a Bolzano i Campionati Italiani del 7 e 8 gennaio con 22 titoli in palio

03.01.2012

TRICOLORI CICLOCROSS: Presentati a Bolzano i Campionati Italiani del 7 e 8 gennaio con 22 titoli in palio

Bolzano (3/1) - Il 2012 del ciclismo è pronto ad aprirsi con il botto: sabato 7 e domenica 8 gennaio il Safety Park di Vadena (Bolzano) si tingerà di verde, bianco e rosso. Nel weekend, infatti, si terrà il 20° Trofeo Città di Bolzano, valido come Campionato italiano di ciclocross. Saranno 22 le maglie tricolori messe in palio in questa due giorni che si preannuncia spettacolare. Fango, sudore, fatica e bici... anche in spalla. Eccolo qui il ciclocross, specialità d'altri tempi, specialità dal grande fascino. Sono 600 gli atlete e le atlete che arriveranno in Alto Adige pronti a darsi battaglia per conquistare quella tanto sognata maglia tricolore. E le loro sfide emozioneranno il pubblico (ingresso libero), che si preannuncia numerosissimo. Che ci sia molta attesa lo si è capito già oggi, in occasione della conferenza stampa presentata da Dino Santi e tenutasi nella gremitissima sala Academy della Cassa di Risparmio (era presente anche il DT della nazionale azzurra di mountain bike, Hubert Pallhuber). A fare gli onori di casa, il presidente del comitato organizzatore (Centro Ciclocross Ussa) Roberto Valentini, il vicepresidente della Cassa di Risparmio Enrico Valentinelli e il presidente del comitato FCI Alto Adige Südtirol Antonio Lazzarotto.
Ma erano presenti anche alcuni di loro, quegli atleti che saranno tra gli attori protagonisti degli Italiani: Eva Lechner, già due volte campionessa italiana di ciclocross e terza un anno fa a Roma, Carmine Del Riccio, campione Master 1, Judith Pollinger e le atlete Under Elena Valentini, campionessa in carica, Julia Innerhofer, Anna Oberparleiter, Lisa Rabensteiner, oltre al giovane Leonardo Filippi, che gareggia nella categoria Esordienti.
Ma ha voluto rendere omaggio a questi Campionati del 2012 anche Rossella Callovi. La ciclista trentina non sarà in gara, ma ha voluto dare l'”in bocca al lupo” al comitato organizzatore e agli atleti in gara (nelle foto di Sandro Malfatti in alto: Antonio Lazzarotto mentre presenta le medaglie. Sotto: gli atleti presenti alla conferenza).
In rappresentanza della Federciclismo nazionale è intervenuto il vice presidente vicario Flavio Milani. “E' un evento di assoluta importanza, perché ventidue maglie tricolori non sono cosuccia da poco, soprattutto sapendo che saranno in 600 a contendersele. Questa è una manifestazione importantissima che si tiene in una terra vocata al ciclismo e soprattutto al fuoristrada per qualità degli atleti, per la passione dei dirigenti e per la morfologia del suo territorio. Qui in sala vedo anche Pallhuber, che per noi rappresenta una garanzia, è l'uomo che ci permetterà di essere presenti e competitivi a Londra 2012. E ai Giochi lotteremo per una medaglia”.
E poi due parole sul “teatro” di questo evento: il Safety Park. “Il fatto di trovarci in una struttura come il Safety Park, un centro di guida sicura, con le nostre gloriose biciclette, è per noi un grande motivo d'orgoglio. Sono sicuro che questa edizione lascerà il segno nella storia del movimento delle ruote grasse. E speriamo non nevichi, altrimenti le ruote saranno chiodate”.
Infine, conclude il suo intervento guardando gli atleti e le atlete presenti: “Sono sicuro che ci regalerete momenti indimenticabili”.
Sarà una gara particolare con questo percorso che saprà mettere a dura prova gli atleti. Il tracciato misura complessivamente 2780 metri (2450 m per le categorie Esordienti e Allievi): i partecipanti dovranno fare i conti con 2045 metri di sterrato, più 375 metri di altro fuori pista (ma questa volta sull'erba), mentre il tratto asfaltato è di 360 metri. Caratteristiche (sterrato, fondo sabbioso) che ricordano molto le gare del Nord, dove il ciclocross, di fatto, è nato.
Due saranno i punti chiave: la collinetta (50 metri da fare con la bici... in spalla, ma occhio anche ai tronchi...) e il sovrappasso. In gara ci saranno tutte i campioni in carica. Nella gara Elite maschile, c'è attesa per il duello tra Marco Aurelio Fontana, primo un anno fa, e ad Enrico Franzoi, ma attenzione agli outsider.
In campo femminile, Vania Rossi dovrà difendere la maglia tricolore dagli attacchi di Francesca Cucciniello ed Eva Lechner, rispettivamente seconda e terza 12 mesi or sono.
Il lungo weekend partirà già venerdì 6 gennaio, il giorno delle prove ufficiali del percorso, la verifica tessere e la classica riunione tecnica. Sabato, poi, si farà sul serio con le gare Master in programma la mattina, mentre nel primo pomeriggio sarà dato spazio ai più piccoli, con le gare Esordienti (maschile e femminile) e Donne Allieve.
Questo sarà il gustoso antipasto prima del piatto forte di domenica: le gare Allievi e Juniores maschili, alle 11.45 sarà il turno della gara femminile (Elite, Master, Under 23 e Juniores), dalle 13.30 i fari saranno invece puntati sulla gara Elite e Under 23 maschile. Per garantire la diretta su Rai Sport 2, nella serata di ieri si è deciso di modificare gli orari delle due gare clou. La competizione femminile è stata anticipata di 15 minuti (partirà, come detto, alle 11.45 invece che alle 12), mentre quella maschile è stata posticipata di mezz'ora (start alle 13.30 invece che alle 13).

LA PAROLA AGLI ATLETI
Eva Lechner (Elite): E' un percorso duro, non mancheranno fango e ghiaccio. Sì, mi piace, e farò di tutto per riprendere la maglia tricolore.
Judith Pollinger (Elite): Eva è molto competitiva, abbiamo provato assieme il percorso che è molto diverso rispetto agli Italiani di Roma dell'anno scorso. E' più tecnico, probabilmente più adatto alle nostre caratteristiche, visto che veniamo dalla mountain bike. Speriamo di portare a casa più maglie e medaglie possibili.
Carmine Del Riccio (Master 1): Sarà un percorso diverso dal solito con continui cambi di ritmo e sarà importante prevenire possibili problemi meccanici. Sicuramente l'esperienza giocherà un ruolo fondamentale.
Elena Valentini (Under 23): Le condizioni meteo probabilmente influiranno su questa gara. Su un percorso impegnativo come questo bisogna dare assolutamente il massimo.
Julia Innerhofer (Under 23): Sono ancora alle mie prime gare nel ciclocross, però è una disciplina che mi piace. E' uno sport duro, sono reduce dal salto di categoria (da Junior a U23), ma ho iniziato bene e ora sono pronta per questi Campionati.
Lisa Rabensteiner (Under 23): Corriamo in casa e questo è un motivo in più per andare forte. Speriamo che arrivi molto pubblico a sostenerci.
Anna Oberparleiter (Under 23): Il percorso mi sembra duro, oggi comunque farò una prova e poi vedremo quali sensazioni proverò.
Leonardo Filippi (Esordienti): Spero di cavarmela: è un percorso tecnico, veloce, e mi auguro di fare bene.

LE MEDAGLIE
In ambito sportivo, la medaglia di legno è sinonimo di quarto posto, di sfortuna. Il comitato organizzatore degli Italiani di ciclocross punta a valorizzare il legno, materiale con cui, appunto, sono fatte le medaglie che saranno messe in palio il 7 e 8 gennaio.
Al vincitore andrà una splendida medaglia, realizzata dall'Artigianato Artistico della Val Gardena, in ciliegio, al secondo sarà consegnata una d'acero, mentre al terzo una di rovere. “Ci è venuta questa idea – spiega Antonio Lazzarotto, presidente del comitato altoatesino della Federciclismo – pensando a quanto sia importante il legno nella nostra Provincia. Tramite Gerhard Vanzi (organizzatore della Südtirol Sellaronda Hero), abbiamo contattato la Val Gardena Marketing e il direttore Günther Pitscheider e messo in moto questa sinergia che ha portato a queste tre bellissime medaglie”.

ASSISPORT-SPORTHILFE
Agli Italiani sarà presente anche Assisport Alto Adige-Sudtirol Sporthilfe, associazione senza scopo di lucro, che da 25 anni sostiene i giovani sportivi altoatesini. In questo quarto di secolo, l'associazione ha sostenuto economicamente oltre 1000 atleti, mettendo a disposizione circa 3 milioni di euro.
Tutti i campioni altoatesini sono passati per Assisport. Da Carolina Kostner ad Armin Zoeggeler, da Werner Heel a Christof Innerhofer, passando per Gerhard Kerschbaumer, Eva Lechner e Julia Innerhofer per restare in tema di “due ruote”.
Ora è nata questa partnership con il comitato organizzatore degli Italiani 2012: per ogni amatore in gara, una parte della quota d'iscrizione sarà devoluta ad Assisport. In rappresentanza di Assisport, oggi era presente Stefan Leitner, che ha ringraziato il comitato organizzatore per la partnership.

BUS NAVETTA
Per tutti gli appassionati di ciclocross che nei giorni 7 e 8 gennaio vorranno venire a tifare e assistere di persona alle gare dei Campionati Italiani (ingresso libero), la SASA organizzerà un servizio di bus navetta (sempre gratuito e messo a disposizione dall'Assessorato Provinciale ai Trasporti) che farà avanti e indietro da Piazza Walther al Safety Park di Vadena e viceversa.
Ecco gli orari del servizio a disposizione di chiunque voglia venire ad assistere all'evento (ora e luogo di partenza):
Bolzano - Piazza Walther ore 10:30
Vadena - Safety Park ore 11:00
Bolzano . Piazza Walther 11:30
Vadena - Safety Park ore 12:00 - arrivo piazza Walther ore 12:30
Sospensione di 1 ora
Bolzano - Piazza Walther ore 13:30
Vadena - Safety Park ore 14:00
Bolzano - Piazza Walther ore 14:30
Vadena - Safety Park ore 15:00

IL PROGRAMMA

VENERDÌ 6 GENNAIO
Ore 13.30 – 16.30 Prove ufficiali percorso
Ore 15.00 – 18.00 Verifica tessere
Ore 18.15 – Riunione Tecnica

SABATO 7 GENNAIO
Ore 09.00 – Master 4/5/Over (40’)
Ore 10.15 – Master 2/3 (60’)
Ore 11.45 – Master Elite/1 (60’)
Ore 13.00 – 14.00 Prove ufficiali percorso
Ore 14.15 – Esordienti M. (30’)
Ore 15.15 – Donne Esordienti + Donne Allieve 1°- 2° anno (30’)
Ore 16.00 – 16.30 Prove ufficiali percorso
Ore 16.00 – 17.30 Ultime verifiche tessere
Ore 17.30 – Riunione Tecnica
Ore 18:00 – Premiazione Giro d’Italia Ciclocross

DOMENICA 8 GENNAIO
Ore 09.00 – Allievi 1° anno (30’)
Ore 09.50 – Allievi 2° anno (30’)
Ore 10.50 – Juniores M. (40’)
Ore 11.45 – Donne Juniores/DU 23/Elite/Master Woman (40’) (diretta Rai Sport 2)
Ore 13.30 – Uomini Elite/Under 23 (60’) (diretta Rai Sport 2)
Matteo Igini

Pinocchio in bici
I nostri partner