Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

FUORISTRADA: Parte dalla Val Gardena il cammino degli azzurri Mtb verso Londra 2012

15.12.2011

FUORISTRADA: Parte dalla Val Gardena il cammino degli azzurri Mtb verso Londra 2012

Presentata la nazionale cross country insieme alla 11^ edizione degli Internazionali d’Italia e alla 3^ Sellaronda Hero

Selva Val Gardena (BZ) - Parte dalla neve della Val Gardena, in Alto Adige, la nuova stagione della nazionale italiana di cross country. Qui infatti, dal 12 al 16 dicembre, si sta svolgendo il primo ritiro collegiale degli atleti convocati dal Commissario Tecnico della nazionale Hubert Pallhuber. Sono i ragazzi e ragazze “azzurri” che formano il gruppo di lavoro finalizzato all’appuntamento olimpico di Londra 2012. Sette gli uomini: Marco Aurelio Fontana, Gerhard Kerschbaumer, Michele Casagrande, Carlo Umberto Corti, Martino Fruet, Tony Longo, Andrea Tiberi. 5 le donne: Eva Lechner, Serena Calvetti, Julia Innerhofer, Anna Oberparleiter e Judith Pollinger. Con l’occasione oggi, mercoledì 14 dicembre, a Selva Val Gardena si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della squadra nazionale unitamente a due eventi importanti del calendario 2012 dedicato alle ruote grasse quali l’11^ edizione degli Internazionali d’Italia e la 3^ edizione della “Sellaronda Hero”, la ultra marathon mtb dal prossimo anno inserita nel calendario internazionale UCI che si svolge in Val Gardena e che nelle passate edizioni ha già portato oltre 2000 riders a pedalare su un percorso di 82 km e oltre 4000 metri di dislivello attorno allo spettacolare Gruppo del Sella.
Presente anche il Presidente FCI Renato Di Rocco che con il suo intervento ha aperto la conferenza stampa.
“Inanzitutto sono contento perché sulle montagne tutti stavano aspettando la neve e la nazionale azzurra sembra averne portata un po’ dopo una lunga attesa… (NdR da ieri ha iniziato a nevicare sulle Dolomiti). Scherzi a parte, posso dire che qui in Val Gardena la nazionale ha trovato un’accoglienza splendida. In squadra ho visto una bella atmosfera, è un gruppo affiatato. I tecnici e i ragazzi stanno facendo davvero un ottimo lavoro. Il 2012 è un anno importante soprattutto perchè c’è l’appuntamento olimpico. Possiamo contare su un atleta esperto come Marco Aurelio Fontana, quinto a Pechino, e su un giovane che ha già fatto cose importanti come Gerhard Kerschbaumer. Tra le donne abbiamo Eva Lechner, che con le due medaglie conquistate quest’anno ai mondiali ha dato prova di quello che può fare. Sia in campo maschile che femminile abbiamo un gruppo molto giovane e motivato che sta lavorando con impegno anche grazie alla guida dei nostri tecnici e che sono sicuro avrà un grande avvenire.”
A presentare i ragazzi ci ha pensato il Commissario Tecnico Hubert Pallhuber.
“Questo primo ritiro vuole essere soprattutto un’occasione per permettere ai ragazzi e alle ragazze di fare gruppo, di fare squadra attraverso la pratica di attività sportive alternative alla bici come lo sci nordico, lo sci alpino, lo sci alpinismo e il lavoro in palestra. La prima parte della stagione fino a fine maggio sarà finalizzata a conquistare i punti necessari per qualificare i nostri atleti alle olimpiadi. In campo femminile è già quasi tutto definito e la Lechner, che ha già assicurato il suo posto, può lavorare con tranquillità in vista di Londra. Le medaglie di quest’anno hanno sicuramente contribuito a darle motivazione, convinzione e fiducia nei suoi mezzi. In campo maschile abbiamo già due posti sicuri ma possiamo puntare a ottenerne anche un terzo, ci mancano solo pochi punti per entrare tra le prime 5 nazioni dal ranking, sarebbe molto importante. Poi da giugno penseremo a preparare la gara olimpica.”
La qualificazione alle Olimpiadi degli atleti azzurri passerà proprio attraverso le prove degli Internazionali d’Italia presentate oggi in conferenza. Cinque le gare in calendario tra marzo e giugno, delle quali le prime quattro utili per la qualificazione olimpica: Massa Marittima (GR), Nalles (BZ), Montichiari (BS), Lamosano (BL) e Vermiglio (TN).
“Quest’anno la gara preolimpica è stata importante perché abbiamo avuto modo di testare il percorso di Londra” dice Eva Lechner. “E’ un percorso che mi piace. Non è particolarmente tecnico, ò veloce e con numerosi cambi di ritmo dove sarà necessario rilanciare spesso l’azione. Sarà importante essere esplosivi per questo sto correndo delle gare di ciclocross che per quest’aspetto rappresentano un ottimo allenamento."
Ciclocross che con la rassegna tricolore dei campionati italiani sarà in Alto Adige, a Bolzano, il 7 e 8 gennaio.
Nella foto: Anna Oberparleiter, Eva Lechner, Judith Pollinger e Julia Innerhofer
Ufficio Stampa FCI
+39 345.4527738
ufficiostampa@federciclismo.it

Pinocchio in bici
I nostri partner