Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

A MARIO VALENTINI, CT DELLA NAZIONALE PARALIMPICA, IL 21. PREMIO ROTONDA DI BADOERE.

04.10.2011

A MARIO VALENTINI, CT DELLA NAZIONALE PARALIMPICA, IL 21. PREMIO ROTONDA DI BADOERE.

- Premiati anche il friulano Cautero (giornalismo), Eliao Zanatta (alla memoria) ed il tecnico trentino Nico Pasini -
Badoere di Morgano (Treviso) - Mario Valentini, commissario tecnico della nazionale italiana paralimpica di ciclismo, è il vincitore della 21/a edizione del premio nazionale Rotonda di Badoere, il prestigioso riconoscimento che ogni anno, a partire dal 1991, viene assegnato ai tecnici che si sono distinti in campo internazionale. Lo ha deciso la Commissione del Premio, presieduta da Roberto Voltan e composta da tecnici e giornalisti, durante la riunione svoltasi giovedì 29 settembre "Ai Mulini" di Canizzano (Treviso). La decisione di assegnare a Valentini il riconoscimento è stata presa anche alla luce dei brillanti successi ottenuti dalla squadra azzurra paralimpica durante i Campionati Mondiali del settore svoltisi dall'8 all'11 settembre scorso a Roskilde (Danimarca). Il tecnico umbro in passato ha anche guidato le nazionali italiane delle pista delle varie categorie ed è stato direttore sportivo del Gruppo Sportivo Forestale dello Stato. Per l'occasione è stato anche sottolineato il notevole impegno profuso dalla Federazione nel settore paralimpico.
Durante la riunione, alla quale ha partecipato, tra gli altri, il Consigliere nazionale della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Riedmuller, è stato deciso di assegnare al trevigiano Elio Zanatta, presidente per 40 anni del Veloce Club Bianchin, il Premio "Una vita per il ciclismo". Come è noto Zanatta è scomparso venerdì 30 settembre ed il riconoscimento sarà consegnato ai suoi congiunti. Il Premio Giornalistico denominato Memorial Adriano Morelli, dedicato all'ex consigliere federale, sarà assegnato al friulano Paolo Cautero, della Redazione di Udine del quotidiano "Il Gazzettino"; mentre quello destinato ai direttori sportivi del Nord-Est d'Italia sarà attribuito al tecnico trentino, Nico Pasini del Veloce Club Borgo, autentica fucina di giovani campioni.
In occasione della cerimonia di consegna dei riconoscimenti, programmata dalle ore 11 di sabato 19 novembre nella Villa Marcello a Levada di Pimbino Dese (Padova), saranno ricordati i padri fondatori e gli amici del Premio Rotonda di Badoere: Orlando Guerra, Rino Gobbato, Armando Zamprogna e Luciano Rebellato per, è detto nella motivazione, "il notevole impegno a favore del ciclismo e soprattutto per essere stati importanti punti di riferimento per le loro famiglie e nel lavoro". Durante la riunione della giuria del Premio, su proposta del presidente Roberto Voltan, è entrato a far parte della stessa il consigliere regionale della Federciclismo del Veneto, Italo Bevilacqua, cugino di primo grado dell'ex campione del mondo, Toni Bevilacqua.
Alla premiazioni della 21/a edizione del Premio Rotoda parteciperanno, tra gli altri, il Presidente Onorario della Federazione Ciclistica Italiana e consulente al Presidente Federale nelle attività delle squadre nazionali, Alfredo Martini, lo stesso Presidente Renato Di Rocco ed il Commissario Tecnico delle squadre nazionali professionisti strada, Paolo Bettini.
Francesco Coppola

Pinocchio in bici
I nostri partner