Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Südtirol Dolomiti Superbike: 3.600 partecipanti, al via il Ghota mondiale

07.07.2011

Südtirol Dolomiti Superbike: 3.600 partecipanti, al via il Ghota mondiale

Villabassa, 6 luglio 2011 – Con le presenze confermate di Mirko Celestino, Alban Lakata, Urs Huber e Massimo Debertolis, la 17° edizione della Südtirol Dolomiti Superbike vedrà al via il gotha mondiale della disciplina: l’appuntamento è per sabato 9 luglio 2011 a Villabassa. Particolarmente gremito anche il parco partenti della prova femminile: con Pia Sundstedt, Birgit Söllner, Daniela Veronesi, Sally Bigham e Kathrin Schwing le Dolomiti dell’Alta Val Pusteria potranno contare sulle vincitrici e su atlete capaci di piazzarsi a ridosso della vetta nelle passate edizioni.

Lo svizzero Urs Huber e l’italiano Massimo Debertolis hanno vinto già due volte la Südtirol Dolomiti Superbike. Debertolis, 36 anni, si è laureato campione del mondo nel 2004; Huber, 25, è giunto 3° nel mondiale 2008 di Villabassa. Mirko Celestino, 37, è stato già capace di diventare il campione italiano di maratona, di piazzarsi terzo al mondiale e di guidare la classifica di Coppa del Mondo. La scorsa domenica si è imposto nel Sellaronda Hero, mentre l’ex campione mondiale Alban Lakata, 31, ha vinto pochi giorni fa la Kitzalp Bike. Entrambi non sono ancora riusciti a conquistare il gradino più alto del podio in Alta Val Pusteria. Nell’ultima edizione Celestino si è piazzato secondo alle spalle di Urs Huber, inchinandosi per soli 25 secondi; dal canto suo, Lakata non è mai salito sul podio di Villabassa. Lo stesso Lakata ha tuttavia sconfitto Celestino nel campionato mondiale UCI 2010, precedendolo di appena cinque secondi: di conseguenza, l’azzurro ha un conto in sospeso sia con lui che con lo stesso Huber. Tutto questo senza dimenticare Massimo Debertolis e le sue ambizioni di vittoria.

Tra le donne, in Val Pusteria si incontreranno invece le vincitrici delle ultime due maratone, la Kitzalp Bike ed il Sellaronda Hero: i soggetti in questione sono l’inglese Sally Bigham e la tedesca Kathrin Schwing. La Bigham è attualmente al primo posto della classifica mondiale UCI. Nell’ultima edizione della Dolomiti Superbike è giunta terza. La Schwing si trova invece al 29° posto della classifica mondiale: nel 2009 ha vinto la Dolomiti Superbike, mentre lo scorso anno si è piazzata in sesta posizione. La finlandese Pia Sundstedt si è invece imposta nel 2005, è giunta seconda nel 2010 e nel 2007, terza nel 2006 e nel mondiale di UCI-MTB del 2008 ha conquistato la medaglia di bronzo. Su un’esperienza di lunga data può peraltro contare anche l’atleta attualmente al 5° posto della classifica mondiale, la tedesca Birgit Söllner. Stiamo parlando della vicecampionessa nazionale di maratona e di una fuoriclasse che ha partecipato per sei volte al Tour de France. Lo scorso anno a Villabassa arrivò ad un passo dal podio, terminando la fatica in quarta posizione. Tra le favorite anche la campionessa italiana di maratona Daniela Veronesi: l’azzurra, che vanta un passato da ciclista su strada, vuole eguagliare Mirko Celestino, capace di ripetere i propri successi anche dopo il passaggio di disciplina.

Campioni del mondo di sci al via

Insieme alle stelle della mountain bike, al via della 17.Südtirol Dolomiti Superbike vi saranno anche diversi campioni dello sci. Sabato a Villabassa, ci prenderanno infatti parte alla gara il campione mondiale di Super-G e vicecampione mondiale di combinata Christof Innerhofer, il suo compagno di squadra ed ambasciatore UNICEF Werner Heel, la vicecampionessa mondiale di Super-G del 2005 Lucia Recchia e l’atleta altoatesina del 2010 nonché protagonista di un 4° posto in Super-G alle Olimpiadi Hanna Schnarf. I quattro sciatori saranno peraltro a disposizione del pubblico per firmare autografi nella giornata di venerdì, prima della conferenza stampa al museo “Haus Wassermann”: in questa occasione verrà presentata una mostra sulla fiaccola olimpica, che avrà come momento clou gli olimpionici pusteresi. A seguire, i quattro prenderanno parte alla conferenza stampa. Sabato invece si cimenteranno nella categoria amatori ed infine saranno presenti alle premiazioni.

Donazione per gli aiuti UNICEF in favore dei bambini

In occasione della cerimonia di premiazione, Kurt Ploner consegnerà all’ambasciatore UNICEF Werner Heel un assegno di 2000 euro a nome della Südtirol Dolomiti Superbike: quest’ultimo sarà girato dallo sciatore all’associazione umanitaria, per garantire il sostegno ai bambini bisognosi. Quella di Heel è del resto un’iniziativa lodevole ed ormai di lunga durata, considerando che lo sciatore ha preso parte alle gare di Coppa del Mondo degli ultimi due anni portando l’emblema dell’UNICEF sul proprio casco.

Per ulteriori informazioni: www.dolomitisuperbike.com

Pinocchio in bici
I nostri partner