Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

CICLOCROSS - Eva Lechner fallisce il tris; Elena Valentini Campionessa Italiana

09.01.2011

CICLOCROSS - Eva Lechner fallisce il tris; Elena Valentini Campionessa Italiana

ROMA. Eva Lechner ha fallito l'assalto al terzo titolo tricolore. Dopo i successi
di Modena nel 2009 e Milano nel 2010, oggi all'Ippodromo delle Capannelle di Roma,
teatro dei Campionati Italiani di ciclocross, la 25enne di Appiano ha chiuso terza
nella gara Elite e si è vista "sfilare" di dosso la maglia di campionessa italiana,
andata a Vania Rossi.
Quando mancavano due giri al termine, Eva Lechner, Vania Rossi, rientrata da poco
dopo il caso di doping che la investì un anno fa ai Campionati italiani di Milano,
e Francesca Cucciniello (prima nel Giro d'Italia di ciclocross) sono scappate dal
gruppo di testa e sono andate a giocarsi la vittoria. L'azione decisiva è arrivata
a 300 metri dal traguardo, quando la Rossi, seconda un anno fa proprio alle spalle
della Lechner, ha allungato ed è andata a prendersi la vittoria. La Lechner,
portacolori del team Colnago CAP Arreghini Südtirol che difende anche i colori
dell'Esercito (al pari della Rossi), non è riuscita a starle dietro e alla fine si
è dovuta accontentare del terzo posto a 3", dietro anche alla Cucciniello.
Probabilmente Eva ha pagato in termini di brillantezza, complici le poche gare che
aveva nelle gambe.
Ma l'Alto Adige "rosa" torna comunque dalla trasferta con una maglia tricolore. Si
tratta di quella conquistata da Elena Valentini, ottima quinta assoluta, ma (e
soprattutto) prima tra le Under 23 - nella foto l'arrivo vittorioso.
Un anno fa, a Milano, la giovane bolzanina si laureava campionessa italiana Junior.
A 12 mesi di distanza, e salita di categoria, Elena, portacolori del Gs Fiorin, ha
sorpreso tutti, Stefania Vecchio (favorita numero 1) compresa, ed è andata a
conquistare una grandissima vittoria. La Valentini è rimasta nel gruppo di testa
fino a 2 giri dal termine, poi il terzetto composto da Rossi, Lechner e Cucciniello
è fuggito. Elena ha proseguito al suo ritmo ed è stata protagonista di una grande
gara: ha tagliato il traguardo a 24" dalla Rossi, quinta assoluta ma prima delle
Under 23 con la Vecchio staccata di 27".
Judith Pollinger, invece, è arrivata 11esima assoluta e nona tra le Elite.
Per quanto riguarda le categorie giovanili, nella giornata di ieri la
rappresentativa altoatesina si è comportata egregiamente, in linea con le
aspettative. L'obiettivo, infatti, non era quello di finire in zona medaglia (le
selezioni favorite erano ben altre), ma di fare esperienza. E così è stato. Il
miglior risultato è stato quello di Hanna Santifaller dell'Asc Kardaun Cardano,
nona tra le Donne Allieve 2° anno.
Tra gli Esordienti 1, Rafael Micheli dell'Asv Kortsch Raiffeisen è finito 17esimo
con Leonardo Filippi dell'Sc Altair 32esimo, mentre tra gli Esordienti 2, Christian
Graf dell'Asc Kardaun-Cardano ha chiuso 37esimo, "frenato" da un problema
meccanico, con Simone Critelli dell'Abc Egna Neumarkt 55esimo.
In campo femminile, tra le Esordienti 2, Lisa Nalter dell'Asc Kardaun Cardano ha
ottenuto un 14esimo posto con Viviana Di Vita dell'Abc Egna 18esima e in gara
nonostante fosse influenzata.
Gli Italiani si erano comunque aperti con una bella vittoria del "bolzanino"
Carmine Del Riccio tra i Master 1. Il portacolori del G.S. Esercito aveva tagliato
tutto solo il traguardo, staccando Milo Burzi (Scott Pasquini) di 1'01 e Alessandro
Pasquali (Centro Italia Bike Montanini) di 1'03. Una grande vittoria quella del
31enne di Roccamandolfi (Isernia), ma maresciallo dell'Esercito a Bolzano, che -
partito con 1' di ritardo dai Master Elite - è riuscito addirittura a rimontare (e
lasciare sul posto) tutti i concorrenti della categoria maggiore. Tra i Master 3,
invece, quarto posto (a 1'40” dal vincitore, il friulano Maurizio Tabotta) con
molti rimpianti per Paolo Perini del G.S. Altair, che - dopo una partenza non
esaltante - è riuscito a recuperare terreno, ma la sua rimonta si è fermata proprio
ad un passo dal podio. Il terzo posto, infatti, era solo a 2 secondi.
Sabato, invece, il presidente del Comitato altoatesino della FCI, Antonio
Lazzarotto, assieme ad Eva Lechner e al consigliere federale Renato Riedmuller, ha
presentato i prossimi Campionati italiani di ciclocross, in programma nel gennaio
2012 in Alto Adige, al Safety Park di Vadena. Erano presenti le massime autorità
federali, guidate dal presidente Renato Di Rocco, quindi il vice presidente vicario
Flavio Milani, il consigliere federale Giampiero Forcolin, il responsabile
nazionale del fuoristrada Paolo Garniga, il responsabile del ciclocross Igino
Michieletto ed il C.T. della nazionale Fausto Scotti. L'ideale passaggio del
testimone tra Roma e Alto Adige è stato suggellato dalla proiezione di un
bellissimo filmato contenete le immagini più significative della Provincia di
Bolzano, nonchè alcune informazioni di base sul Safety Park. Il filmato della
durata di circa 6 minuti sarà a breve disponibile anche sul sito del Comitato Alto
Adige (www.fci-altoadige.it).
LE CLASSIFICHE
DONNE ELITE: 1. Vania Rossi (Centro Sportivo Esercito) in 43’34”; 2. Francesca
Cucciniello (Selle Italia Guerciotti Elite) a 1”; 3. Eva Lechner (Centro Sportivo
Esercito) a 3”; 4. Daniela Bresciani (Scott R.T.A.S.D.) a 14”; 5. Veronica Alessio
(Gauss Rdz Ormu A.S.D.) a 1’03”; 6. Roberta Gasparini (Pedali di Marca Team
Performance) a 1’23”; 7. Nicoletta Bresciani (Scott R.T.A.S.D.) a 1’41”; 8. Ilenia
Lazzaro (L'Arcobaleno Carraro Team) a 2’10”; 9. Judith Pollinger (Bi&Esse Infotre
A.S.D.) a 2’20”; 10. Deborah Mascelli (A.S. Roma Ciclismo) a 4’04”
DONNE UNDER 23: 1. Elena Valentini (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd) in 43’58”; 2.
Stefania Vecchio (Selle Italia Guerciotti Elite) a 27”; 3. Francesca Cauz (Verso
L'Iride Maccari Spumanti) a 2’04”; 4. Valentina Dal Bon (Cristoforetti Cordioli
Costruzioni) a 3’18”; 5. Elena Spadaccia (Loco Bikers) a 3’19”

Pinocchio in bici
I nostri partner