Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Un amore infinito chiamato ciclismo

01.10.2010

Un amore infinito chiamato ciclismo

Un amore infinito chiamato ciclismo
“Arrivato al ciclismo senza amore, sono ora innamoratissimo di esso, in assoluto e nel relativo del contrasto con altri sport, di fronte al ciclismo labili, aeriformi, gaglioffi, profumati, snob, asettici… Mi sono accorto che il ciclismo pone in me pensieri importanti: il suo nazionalismo, quando c’è, e il perché non c’è quando pure lo si aspetta; il suo anacronismo vivo; la sua pulizia morale nell’oscenità fisica; la sua onestà straziata e, per chi sa intenderla, straziante; la sua povertà sublime; la sua violenza mai morbida; il suo possesso assoluto, e intanto il suo essere squartato dalle attenzioni…"
Gian Paolo Ormezzano (“Storia del ciclismo”, Longanesi)

Pinocchio in bici
I nostri partner