Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

ZELGER FA IL BIS: VITTORIA DI TAPPA E PRIMATO IN CLASSIFICA

03.08.2010

ZELGER FA IL BIS: VITTORIA DI TAPPA E PRIMATO IN CLASSIFICA

Ai 1950 metri della durissima crono del Gardeccia, la zampata del quattro volte campione in carica
La zampata del campione. Anzi del quattro volte campione in carica. Eh sì, perché nella cronoscalata più dura della 34esima edizione del Giro delle Dolomiti, Alexander Zelger ha dimostrato di essere ancora una volta il più forte di tutti, aggiudicandosi la terza tappa e balzando al comando della classifica generale. Intendiamoci, questione di secondi, perché l’ex leader Carlo Muraro, il vicentino dell’ASD Panozzo, ha accusato un ritardo di appena 13 secondi dal ciclista del Team Sportler. Ma Zelger ha dato la chiara impressione di poter fare la differenza anche in questa edizione della kermesse ciclistica amatoriale delle dolomiti.
Sulla durissima ascesa da Pozza di Fassa al rifugio Gardeccia, una salita lunga soli 6.5 chilometri ma con pendenze del 20% nei primi 1500 metri e nei 2000 finali, Alexander Zelger ha fiaccato la resistenza del suo validissimo rivale - ovvero Carlo Muraro - nell’ultimo chilometro, nel quale con uno scatto ha lasciato sul posto il corridore vicentino, accumulando quel margine necessario per balzare al comando della graduatoria con undici secondi di vantaggio sul portacolori dell’ASD Panozzo di Vicenza, classificatosi al secondo posto di tappa perché preceduto di un soffio – appena un secondo, al riscontro cronometrico - dall’autriaco Hofmann, confermatosi al terzo posto nella graduatoria generale.
Per il quasi 60enne Giuliano Anderlini, invece, un ottimo quarto posto al Gardeccia, con poco meno di un minuto di ritardo da Zelger, per il quale si è trattato della seconda vittoria di tappa consecutiva dopo quella ottenuta nel Bellunese, a Passo Duran. Ha fatto il bis anche la germanica Verena Maria Weiser, che al Gardeccia ha preceduto di poco più di un minuto la venostana Marina Ilmer, la quale si mantiene al comando della classifica, pur vedendo il suo vantaggio diminuire - proprio rispetto alla Weiser, sua prima inseguitrice - ad un minuto e mezzo.
La carovana dei quasi 800 girini è partita stamane da Bolzano alle 7.30, con condizioni meteo che non lasciavano presagire nulla di buono. Ed invece la pioggia ha dato fastidio ai corridori solo sino a San Lugano. Una volta entrati in Val di Fassa, infatti, il cielo si è rischiarato e così – dopo il punto ristoro a Cavalese – il gruppone ha potuto avvicinarsi senza condizionamenti meteo alla partenza della “crono”, fissata come già detto a Pozza di Fassa.
Domani giornata di meritatissimo riposo per i “girini”, che torneranno in sella giovedì (maltempo preannunciato permettendo) per il classico tappone dei Quattro Passi. A seguire le ultime due tappe, ovvero lo Stelvio e la passerella finale di sabato, con crono dal bivio per il Passo Mendola al Bellavista.

Pinocchio in bici
I nostri partner