Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

CARLO MURARO e MARINA ILMER si aggiudicano la prima del Giro delle Dolomiti 2010

02.08.2010

CARLO MURARO e MARINA ILMER si aggiudicano la prima del Giro delle Dolomiti 2010

PASSO GIOVO. Tra i due litiganti, si sa, è il terzo a godere. Nella prima tappa della 34esima edizione del Giro delle Dolomiti (al via quasi 800 corridori), tutti ad aspettare con curiosità il potenziale, rinnovato dualismo fra Alexander Zelger, il quattro volte campione in carica della kermesse ciclista amatoriale, e il rientrante Giuliano Anderlini, tornato sulle strade delle Dolomiti dalle quali mancavano dal 2006, anno della prima vittoria di Zelger che beneficiò nell’occasione del ritiro proprio dell’ultra cinquantenne dottore bolognese, ritiratosi alla seconda tappa per una crisi sull’ascesa a Passo Erbe.
Ma a Passo Giovo a spuntarla non è stato né Zelger né Anderlini, bensì il vicentino “Carletto” Muraro, che ha preceduto il campione in carica di Monte San Pietro di appena tre secondi, al termine di una vera e propria “crono-volata”, nella quale i due ciclisti hanno fatto gara a sé, in un entusiasmante testa a testa, facendo il vuoto alle loro spalle. Anderlini si è classificato “solo” al quarto posto, preceduto anche dall’austriaco Wolfgang Hofmann.
Per Muraro anche la soddisfazione di aver battuto, anzi frantumato il record precedente della cronoscalata da San Leonardo in Passiria a Passo Giovo. Record che apparteneva proprio ad Anderlini che nel 2002 aveva fatto fermare il cronometro sui 59 minuti e 29 secondi. Ebbene, il ciclista vicentino dell’Asd Panozzo ci ha impiegato quasi due minuti in meno (57’ e 42’’, il tempo finale) per tagliare il traguardo ai 2100 metri di altitudine di Passo Giovo.
In campo femminile, vittoria di tappa per Marina Ilmer, che ha scollinato a Passo Giovo fermando il cronometro dopo un’ora, 9 minuti e 29 secondi.
La prima tappa della 34esima edizione del Giro delle Dolomiti è partita – di primo mattino (ore 7.30) – dal quartier generale della Fiera di Bolzano. Quindi i quasi 800 “girini” hanno imboccato la vecchia statale per Merano. Costeggiata la città del Passirio, la carovana ha coperto i 20 km del tratto di avvicinamento alla cronoscalata, salendo sino a San Leonardo in Passiria, da dove – dopo un breve ristoro – è appunto scattata la cronoscalata verso Passo Giovo.
E domani il Giro delle Dolomiti sconfina in provincia di Belluno. Trasferimento coi pulmini di primissimo mattino ad Arabba, poi tutti in sella per la discesa sino ad Agordo, da dove partirà la cronoscalata verso Passo Duran, salita di 12,1 km per un dislivello di 900 metri e con pendenze medie del 9/10% e massime del 15%, in alcuni punti.

Pinocchio in bici
I nostri partner