Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Transalp conclusa con due podi regionali

24.07.2010

Transalp conclusa con due podi regionali


Riva del Garda (TN)- Si è conclusa a Riva del Garda con due podi regionali (Josef Pallhuber e Hartmann Stifter secondi nei Masters, Mike Felderer e Massimo Debertolis terzi tra gli uomini) la 13° Craft Bike Transalp powered by Nissan 2010 partita sabato scorso da Füssen. In gara 1.100 concorrenti provenienti da 33 nazioni, tra cui 25 atleti regionali, che in otto giorni hanno affrontato 600 km e 19.685 metri di dislivello attraverso le Alpi in mountain bike. Quest’anno la Transalp non è passata per l’Alto Adige.

In campo maschile la coppia trentino-altoatesina composta da Massimo Debertolis e Mike Felderer (Full Dynamix) si è aggiudicata il terzo posto nella classifica generale col tempo di 26:23.47 e vincendo quattro tappe su otto, tra cui l’ultima di 67,26 km e 1462 metri di dislivello da Madonna di Campiglio a Riva del Garda. La vittoria è andata ai tedeschi Karl Platt e Stefan Sahm (Team Bulls) che hanno staccato gli azzurri di 16.43 minuti. Seconda piazza con un ritardo di 11.15 minuti dai vincitori per il team Multivan Merida formato da Hannes Genze (GER) e Andreas Kugler (SUI).

Massimo Debertolis e Mike Felderer

“Con quattro vittorie abbiamo dimostrato di essere tra le squadre più forti”, racconta Mike Felderer. “Se Massimo non avesse avuto problemi fisici durante le prime due tappe, la vittoria finale sarebbe stata a portata di mano”, spiega l’altoatesino. “Purtroppo è andata così - dichiara Massimo Debertolis - ci accontentiamo di queste vittorie”. La coppia composta da Mirko Celestino e Marzio Deho (Adamello Bike Olympia-Axevo) è giunta quarta, attardata di 31.24 minuti rispetto ai vincitori. ”Sono stato bene tutti gli otto giorni – dichiara Mirko Celestino – la forma era ottima. Purtroppo Marzio con sei forature, due cadute ed altri problemi meccanici è stato sfortunato. È stata un’esperienza stupenda, sono molto contento. In vista dei campionati mondiali che si svolgeranno tra due settimane a St. Wendel (GER) sono riuscito a migliorare la mia condizione e penso di esserci riuscito.” Deluso, invece, Marzio Deho: ”Anche nell’ultima tappa eravamo tra i primi, poi si è aggrovigliata la catena, ho forato, e alla fine non avevamo più riduttori.”

Presente all’arrivo di Riva del Garda anche il responsabile tecnico MTB dell’ FCI Hubert Pallhuber: “Per i nostri concorrenti è stata senz’altro una buona preparazione in vista dei Mondiali. Chi ha corso la Transalp non avrà certamente problemi sulla distanza. Tra l’altro sarà molto importante il gioco di squadra.”

Quinto successo di tappa e secondo posto nella classifica generale per i Senior Master altoatesini Josef Pallhuber (Anterselva) e Hartmann Stifter (Brunico) che hanno completato il percorso in 32:21.50 a 26.15 minuti dai vincitori tedeschi Ferdinand Ganser e Georg Niggl (31:55.35). Nei Master la squadra della Val di Sole (TN) composta da Marco Michelotti e Michele De Gasperi si è classificata quinta (30:20.27,3), mentre i pusteresi Andreas Schenk e Gerhard Unterhuber sono giunti settimi (31:34.32,9). La vittoria è andata alla coppia “Cube” composta dall’austriaco Silvio Wieltschnig e dall´ex professionista tedesco Udo Bölts (27:54.56,3).

Nei Mixed la squadra Madonna di Campiglio formata da Lorenza Menapace e Alberto Stanchina ha concluso l’ultima frazione in settima posizione, giungendo ottava nella graduatoria generale. Col tempo di 30:26.01,4 si sono imposti Pia Sundstedt (FIN) e Daniel Gathof (GER).

In campo femminile le sorelle danesi Kristine e Anna-Sofie Norgaard hanno fatto gara a sè aggiudicandosi tutte otto le tappe e completando la Transalp in 32:52.56,9.

Classifica generale dopo otto tappe

Uomini:
1. Team Bulls (Karl Platt/Stefan Sahm/D) 26:07.03,9
2.Multivan Merida Biking Team (Hannes Genze/Andreas Kugler/D/CH) +5.28
3. Full Dynamix (Massimo Debertolis/Mike Felderer/I) +16.43
4. Adamello Bike Olympia-Axevo (Mirko Celestino/Marzio Deho/I) +31.24
5. Team Stöckli-Craft (Konny Looser/Thomas Zahnd (CH) +49.49

Master:
1. Cube Herren-Team (Silvio Wieltschnig/Udo Bölts/A/D) 27:54.56,3
2. Team Garmin adidas/Bike and Soul (Mannie Heymans/Reini Woisetschläger/NAM/A) +1:06.08
3. Team KTM (Ekkehard Dörschlag/Heinz Zörweg/AUT) +1:17.12
4. Zellweger Architekten Thun (Hansjürg Gerber/Kurt Baggenstoss (CH) +1:49.06
5. Team Val di Sole (Marco Michelotti/Michele De Gasperi/I) +2:25.31
6. Fredrikstadt (Per Olaussen/Bent Olav Aamodt/NOR) + 2:59.10
7. Green Valley 80 (Andreas Schenk/Gerhard Unterhuber/ST) +3:39.36

Senior Master:
1. Team Craft (Ferdinand Ganser/Georg Niggl/D) +31:55.35,0
2. Green Valley 100 (Josef Pallhuber/ Hartmann Stifter/I) +26.15
3. Thomax Bike Team (Max Bertschinger / Thomas Rüegg /CH) +1:16.11
4. Crazy Veloshop Scott (Adolf Steiner/Daniel Feuz/CH) +1:38.45

Mixed:
1. Craft-Rocky Mountain Team 2 (Pia Sundstedt / Daniel Gathof /FIN/D) 30:26.01,46
2. Rothaus-Cube Mixed-Team (Milena Landtwing / Heiko Gutmann SUI/GER) +30.31
3.credo-bikes.com (Markus Hochstrasser / Jane Nüssli /SUI) +1:04.49

Donne:
1. Rothaus-Cube Damen-Team (Kristine Norgaard / Anna-Sofie Norgaard /DEN) 32:52.56,9
2. Felt Ötztal x-Bionic/Cannondale S (Natascha Binder /Bettina Dietzen) +1:57.30
3. Mountain Heroes (Katrin Neumann/Danièle Troesch/D/F) +2:11.1

Pinocchio in bici
I nostri partner