Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

MARATONA DLES DOLOMITES – Domani in 9000 sui passi dolomitici

03.07.2010

MARATONA DLES DOLOMITES – Domani in 9000 sui passi dolomitici

Saranno oltre 9000 i concorrenti, provenienti da tutte le parti del mondo, che affronteranno le salite dolomitiche in occasione della 24^ edizione della “MARATONA DLES DOLOMITES” in programma domani.
Già da qualche anno gli organizzatori, per tutelare lo scenario dichiarato “patrimonio dell’umanità” dall’UNESCO, hanno imposto la rigida regola del sorteggio per consentire ai fortunati di partecipare a questa manifestazione che non ha eguali al mondo.
9000 i fortunati partecipanti, se si considera che le richieste sono almeno tre volte superiori: dal più umile cicloturista, al VIP capitano d’industria, al nome altisonante della finanza o del mondo sportivo; agli esclusi solo la speranza di miglior sorte per la prossima edizione.
Il via alle ore 6.30, proprio di fronte alla Gran Risa, la pista che ha fatto la storia dello sci mondiale, l’arrivo a Corvara. I cicloturisti/cicloamatori in gara avranno la possibilità di optare per tre percorsi: 138 km con 4190 mt. di dislivello; 106 km con 3090 mt. di dislivello; 55 km con 1780 mt. di dislivello.
E’ la manifestazione più affollata d’Italia, lo dimostra anche l’interesse dei media, la RAI in primis, con la diretta televisiva a partire dalle ore 6:10 fino alle ore 12:00; quasi sei ore condotte da Alessandro Fabretti e da Sivio Martinello, l’indimenticato Campione Olimpico ora commentatore tecnico della Rai. In studio anche molti altri ospiti per illustrare momenti di cultura e tradizioni locali.
Tra i partecipanti anche il vice direttore generale della Rai, Gian franco Comanducci, del quale ci piace riportare qualche passaggio del suo commento alla manifestazione:
“Chi si arrampica in bicicletta alle Dolomiti deve solo gratitudine. E’ un attimo, un raggio di luce che attraversa le due ruote, e l’ombra che fa il verso al sole ti segna d’improvviso la strada versi il cielo. Allora questa striscia d’asfalto, che di memorie e fatiche si nutre per natura, diventa una corda sospesa tra due estremità e tu un equilibrista… Gratitudine, pochi istanti lassù ti fanno capire di essere un privilegiato… Gratitudine, perché sulle Dolomiti, mentre pedali e le tue ruote diventano occhi per misurare l’orizzonte, sprofondi all’insù e impari a misurarti con l’altezza e a scoprire la verticalità, l’attitudine all’eccellenza… dentro i respiri regalati al vento e il sudore regalato alla terra come pegno di un transito…

Pinocchio in bici
I nostri partner