Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

GIRO DELLE DOLOMITI - Si rinnova il mito

10.06.2010

GIRO DELLE DOLOMITI - Si rinnova il mito

Una carovana multicolore, multinazionale, una manifestazione capace di richiamare ciclisti provenienti da ogni angolo del mondo, non solo dalla vecchia Europa. Una settimana su e giù fra i panorami mozzafiato di quelle montagne  recentemente  definite "patrimonio dell'umanità", le DOLOMITI. Sono queste le suggestive peculiarità della manifestazione cicloturistica a tappe più prestigiosa d'Italia, ovvero il Giro delle Dolomiti, giunto quest'anno alla 34^ edizione.
Dal 1 al 7 agosto prossimi saranno quasi mille i cicloturisti e cicloamatori che animeranno le vallate dolomitiche.
Le tappe saranno sei, ognuna di loro presenterà un tratto centrale "cronometrato", utile per determinare le posizioni di vertice, anche se la moltitudine dei partecipanti avrà tutt'altro obiettivo: quello di conquistare giorno dopo giorno le salite del Giro.
Tutte le tappe, eccezione fatta per la "new entry" del Giro della Civetta (partenza ad Agordo), e la classica salita dello Stelvio (partenza a Prato Stelvio) avranno partenza ed arrivo a Bolzano.
Si inizia domenica 1 agosto con la tappa del Passo Giovo. Partenza da Bolzano alle ore 7:30, 135 i km. da percorrere con un dislivello di 1.833 mt. Tratto centrale cronometrato da San Leonardo in Passiria a Passo Giovo di km. 19,4 e dilivello di 1.411 mt. pendenza media 6-7% Rientro a Bolzano previsto entro le ore 17:00 circa.
La seconda tappa il giorno seguente, lunedì 2 agosto con l'inedito "Giro della Civetta". 107,3 i km. da percorrere con 2.115 mt. di dislivello complessivi. Tratto cronometrato da Agordo a Passo Duran di km. 12,1 e disilivello di mt 990, con pendenze in crescendo dal 6-7% fino all' 11-12%.
Martedì 3 agosto la terza tappa: "nel regno di re Laurino" di km. 142,7 e dislivello di mt. 2.218.
Il tratto cronometrato partirà da Pozza di Fassa per arrivare al rifigio Gardeccia, una salita breve (6,5 km) ma estremamente difficile, con pendenze massime rilevabili attorno al 20% in un ambiente molto suggestivo, nel cuore delle Dolomiti.
Il mercoledì ci sara un meritato giorno di riposo, a disposizione dei "girini" per il classico sciogligamba.
Si riprende giovedì 5 agosto con un'altra "classica" la Sellaronda, alias Giro dei Quattro Passi. Anche questa una tappa impegnativa, la più lunga del Giro, con 155.6 km. e 3.235 mt. di dislivello, La crono è prevista da Arabba a Passo Pordoi, una scalata di 9,3 km. con pendenze regolari e non eccessive, attorno al 7%, in cui sarà importante trovare il ritmo.
A seguire, venerdì 6 agosto, i partecipanti troveranno "il mito" il Passo dello Stelvio, la salita per antonomasia, lunga ben 24,8 km ed impegnativa, con dislivello di mt. 1.851, tutti cronometrati, e pendenza media del 7,5% con punte tra il 12-13%.
Conclusione del Giro, sabato 7 agosto con la tappa del relax. la Bolzano/Bolzano di 88,9 km. prevalentemente pianeggianti, tratto cronometrato la "salitella" Appiano/Bellavista di km. 4,2 e dislivello di mt. 265. Tappa ideale per godere l'amenità della valle dell'Adige, tra vigneti rigogliosi.
Nel pomeriggio di sabato la festosa e ricca premiazione nelle accoglienti sale della Fiera di Bolzano.
La novità di quest'anno è la possibilità data ai concorrenti di iscriversi anche al "Girino", ovvero la partecipazione solo alla seconda parte del Giro, le ultime tre tappe, "al fine -spiega il patron Carlo Bosin- di consentire di partecipare alla prestigiosa manifestazione anche a chi non può sacrificare una intera settimana di ferie".

Pinocchio in bici
I nostri partner