Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Basso, la vita torna rosa, Nibali sul podio del futuro. Il commento del presidente Di Rocco

30.05.2010

Basso, la vita torna rosa, Nibali sul podio del futuro. Il commento del presidente Di Rocco

Anche l’ultimo dubbio è sciolto: Nibali conserva il terzo posto del podio. Il nuovo talento delle corse a tappe ha respinto con successo l'attacco finale del caparbio Scarponi. Il talento ritrovato, Ivan Basso, entra nell’Arena accolto dall’urlo della folla. Il primo sguardo è ai due piccoli figli che lo aspettano a braccia aperte e alla moglie. Poi si guarda intorno. Il suo occhio tranquillo esprime gioia allo stato puro. La vittoria di tappa va al cronoman svedese Gustav Larsson, vice campione del mondo, per soli due secondi su Pinotti, che archivia un Giro fantastico. Simoni con la camicia e la cravatta rosa saluta il pubblico per l’uscita di scena.
Il presidente della FCI, Renato Di Rocco, commenta: “Un gran bel Giro. Senza un attimo di tregua. Mai banale, mai scontato. Complimenti alla RCS per la scelta del percorso, che ha miscelato sapientemente innovazione e tradizione. Complimenti alla Rai e ai Media, che hanno permesso a milioni di appassionati di vivere ogni fase con dirette e servizi di grande qualità. Ma, soprattutto, grazie a tutti i corridori, che ci hanno messo l’anima per esaltare i valori di dedizione, fatica e sacrificio per cui il ciclismo, oggi più che mai, è vicino al cuore della gente. Lo abbiamo visto nello spettacolo di folla lungo le strade e sugli spalti naturali delle montagne. Alla fine hanno vinto il corridore e la squadra più forte. Ivan Basso è tornato con umiltà, pazienza e tenacia al rango che gli spetta. Il lavoro di squadra della Liquigas Doimo ha spazzato tutte le critiche e reso omaggio alla grande lezione di Franco Ballerini nella Nazionale.
Con Basso, Nibali e Scarponi al vertice, e tanti altri ammirevoli per bravura e impegno, questo Giro ha confermato la vitalità del ciclismo italiano, che continua ad essere trainante e punto di riferimento al livello mondiale.”
da FCI

Pinocchio in bici
I nostri partner