Archivio
09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

Duello al femminile nella “Marlene Sunshine Race” di Nalles

16.04.2010

Duello al femminile nella “Marlene Sunshine Race” di Nalles

La gara femminile di Nalles sembra proprio destinata a risolversi in un duello tra Eva Lechner e Nathalie Schneitter, entrambe portacolori del team Colnago Arreghini Südtirol. Le due atlete hanno già vinto a Nalles: Nathalie Schneitter, la svizzera campione del mondo juniores, si è imposta nel 2008, mentre Eva Lechner, l’altoatesina olimpica e campione del mondo a squadre, ha vinto l’edizione del 2009. Ad accomunare ulteriormente le due ragazze c’è anche l’allenatore, Edmund Telser. “La stagione è iniziata nel migliore dei modi”, dice il tecnico riferendosi ai risultati ottenuti dalle sue due punte di diamante. Persino nella classifica provvisoria della corsa a tappe “Internazionali d’Italia”, Schneitter e Lechner sono appaiate in testa con 65 punti dopo due gare. Da mercoledì le due atlete si stanno allenando in Val Passiria in vista della “Marlene Sunshine Race”.

Con quali aspettative sarete al via domenica?

Nathalie: Quest’anno ero entrata in forma subito, ma una caduta a Buchs mi ha costretto a stare ferma. Domenica scorsa (11 aprile), dopo otto giorni di pausa, sono tornata a gareggiare a Lugano, più che altro per ritrovare il ritmo della gara (7° posto). A Nalles non arrivo al top della condizione, ma farò di tutto per dare fastidio a Eva.

Eva: Punto chiaramente a vincere, e mi farebbe molto piacere se riuscissimo a fare la doppietta. Domenica scorsa a Lugano sono arrivata terza, dopo la campionessa del mondo Irina Kalentiewa e la campionessa di Francia Cecile Ravanel. Purtroppo, mentre ero in ottima posizione, sono caduta per colpa di una concorrente doppiata e le mia avversarie ne hanno approfittato per staccarmi.

Ci sono ordini di scuderia?

Nathalie: Dopo due tappe degli “Internazionali d’Italia” io ed Eva siamo sull’1-1: che vinca la migliore…

Eva: Il fatto di correre in casa è per me sicuramente un piccolo vantaggio, ma tutte e due ce la metteremo tutta.

Come vi siete preparate?

Nathalie: Nalles rappresenta l’ultima gara prima della Coppa del mondo nello Yorkshire, ed io darò sicuramente il massimo per presentarmi all’appuntamento in Inghilterra con un morale positivo. La “Marlene Sunshine Race” è ideale per prepararsi mentalmente alla Coppa del mondo, e per me è ancora più speciale in quanto a Nalles ho ottenuto la mia prima vittoria da Elite battendo in quell’occasione Gunn-Rita Dahle. Per me fu una giornata importante, con emozioni molto intense, e per questo torno volentieri in Alto Adige.

Eva: Faremo un sopralluogo accurato del tracciato. Nalles è inserita nella nostra preparazione stagionale rivolta alla Coppa del mondo in Inghilterra. In Val Passiria invece stiamo svolgendo assieme degli allenamenti e dei test sulle gomme, con mountain bike e bici da corsa.

Come giudicate il percorso?

Nathalie: Per me è perfetto: molto vario, sempre interessante, non c’è un metro di percorso che sia uguale all’altro. Non ci si annoia di sicuro…

Eva: Il tracciato di Nalles mi è sempre piaciuto, in quanto è bello, tecnicamente impegnativo e si adatta alle mie caratteristiche. In più gareggio davanti al mio pubblico e questo, oltre a farmi piacere, mi dà ulteriori motivazioni.

Cosa ti aspetti da Eva?

Nathalie: Per me Eva è la più forte. Noi siamo compagne di squadra, amiche ma naturalmente anche avversarie, ed il fatto di gareggiare assieme è per me un grande stimolo. A Nalles inoltre lei corre in casa, e quindi è senz’altro la mia favorita.

Cosa ti aspetti da Nathalie?

Eva: Nathalie è una grande atleta dalla grinta eccezionale, con cui bisogna sempre fare i conti. Per me rappresenta un’avversaria forte, che mi dà sempre del filo da torcere, oltre ad essere una simpatica compagna di squadra e amica.

E cosa ne pensa l’allenatore?

Edmund Telser: Nathalie arriva leggermente svantaggiata per colpa della caduta, ma si è ripresa bene e sta tornando nuovamente in forma. In teoria dovrebbe essere Eva la più veloce, ma in gara non si sa mai cosa può succedere: entrambe hanno una natura da combattente.
........................................

UFFICIO STAMPA
G.Mussner
M: +39 328 68 54 619

Pinocchio in bici
I nostri partner